vai al contenuto vai al footer

Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo

Tipologia: Architetture/Architetture civili
Piazza Cavallotti, 2 - 17100 (SV)
Palazzo Ex Istituto nautico Palazzo Ex Istituto nautico
Palazzo Ex Istituto nautico, àncora Palazzo Ex Istituto nautico, àncora
Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo
Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo
Mostra permanente delle Scienze Nautiche Mostra permanente delle Scienze Nautiche
Mostra permanente delle Scienze Nautiche Mostra permanente delle Scienze Nautiche
Mostra permanente delle Scienze Nautiche Mostra permanente delle Scienze Nautiche
Mostra permanente delle Scienze Nautiche Mostra permanente delle Scienze Nautiche

L’opera, un bronzo del 1927, è firmata in basso a destra: ”Renata Cuneo scultrice” ”S.A. Cantieri di Legino – Vado Ligure” Iscrizione: “Dedicato nel VII anniversario del siluramento della corazzata austriaca Teghetoff da parte dei MAS nel 1918 presso Premuda nel mar Adriatico” / “Regio Istituto Nautico Leon Pancaldo/ Savona/ La storia d’Italia/ con voce fusa in questo bronzo/ che fu della corazzata austriaca Teghetoff esalta le gesta/ che/ all’alba del X Giugno MCMXVIII nelle acque dell’adriatica Premuda/ duce invitto il Comandante/ siciliano/ Luigi Rizzo/ secondato dal Capitano savonese/ Giuseppe Aonzo/ si illuminava nel solco dei siluri/ dai due battelli italiani MAS 15 e 21/ lanciati contro la prepotente squadra di Asburgo”. “Nel VII anniversario/ questo R. Istituto Nautico/ dove Aonzo discepolo/ negli anni MCMV -MCMVI - MCMVII/ ebbe tempra di eroico marinaro/Giunta di vigilanza, Preside, Professori, alunni”

Il monumento è murato al terzo piano dello scalone di accesso dell'edificio, già sede storica dell'Istituto Tecnico Nautico “Leon Pancaldo” di Savona, in cui restano pannelli decorativi di fine corso per capitani e macchinisti, cimeli, busti e lapidi. Il pannello bronzeo che ricorda l'affondamento della corazzata Tegethoff da parte dei MAS nel 1918 nelle acque di Premuda, è ornato dal rilievo raffigurante la figura ignuda di un eroe con la torcia tra i flutti marini. Una lunga iscrizione celebrativa in aulica prosa dannunziana commemora una delle leggendarie imprese dei MAS, impiegati dalla marina italiana durante la prima guerra mondiale, cui partecipò il savonese capitano Giuseppe Aonzo, allievo dell'Istituto Nautico negli anni 1905-7. 

All’interno dell’edificio è visitabile a richiesta la Mostra permanente delle Scienze Nautiche, inaugurata nel maggio del 2009 all’ultimo piano della sede storica dell’Istituto Nautico “Leon Pancaldo” con lo scopo di raccogliere, restaurare e salvaguardare il ricco patrimonio di strumentazioni, macchinari, attrezzature storiche di laboratorio, volumi e documenti dell'Istituto, fondato nel 1856; la mostra permanente, realizzata come progetto didattico dell'Istituto Tecnico Nautico “Leon Pancaldo”, comprende varie sezioni: la galleria dei quadri dei Diplomati nel corso della lunga storia dell’Istituto, foto della Savona portuale dei primi del ‘900, modelli di navi d’epoca, attrezzature storiche di laboratorio di fisica e di elettrotecnica, strumentazioni e attrezzature di bordo, modellini di macchine a vapore perfettamente funzionanti, modelli di macchine marine, disegni tecnici realizzati dagli studenti negli anni 1950-60, la biblioteca, la stazione meteorologica che giornalmente trasmette dati  ad ARPAL e al Ministero dell’Agricoltura e il grande planetario, tra i pochi funzionanti in Italia.

Visita a richiesta: info Associazione “Amici del Nautico Leon Pancaldo” tel. 349.4016165 - http://amicidelnautico.altervista.org

Rilievo commemorativo del Capitano Giuseppe Aonzo
Tipologia: Architetture/Architetture civili
Piazza Cavallotti, 2 17100 (SV)

L’opera, un bronzo del 1927, è firmata in basso a destra: ”Renata Cuneo scultrice” ”S.A. Cantieri di Legino – Vado Ligure” Iscrizione: “Dedicato nel VII anniversario del siluramento della corazzata austriaca Teghetoff da parte dei MAS nel 1918 presso Premuda nel mar Adriatico” / “Regio Istituto Nautico Leon Pancaldo/ Savona/ La storia d’Italia/ con voce fusa in questo bronzo/ che fu della corazzata austriaca Teghetoff esalta le gesta/ che/ all’alba del X Giugno MCMXVIII nelle acque dell’adriatica Premuda/ duce invitto il Comandante/ siciliano/ Luigi Rizzo/ secondato dal Capitano savonese/ Giuseppe Aonzo/ si illuminava nel solco dei siluri/ dai due battelli italiani MAS 15 e 21/ lanciati contro la prepotente squadra di Asburgo”. “Nel VII anniversario/ questo R. Istituto Nautico/ dove Aonzo discepolo/ negli anni MCMV -MCMVI - MCMVII/ ebbe tempra di eroico marinaro/Giunta di vigilanza, Preside, Professori, alunni”

Il monumento è murato al terzo piano dello scalone di accesso dell'edificio, già sede storica dell'Istituto Tecnico Nautico “Leon Pancaldo” di Savona, in cui restano pannelli decorativi di fine corso per capitani e macchinisti, cimeli, busti e lapidi. Il pannello bronzeo che ricorda l'affondamento della corazzata Tegethoff da parte dei MAS nel 1918 nelle acque di Premuda, è ornato dal rilievo raffigurante la figura ignuda di un eroe con la torcia tra i flutti marini. Una lunga iscrizione celebrativa in aulica prosa dannunziana commemora una delle leggendarie imprese dei MAS, impiegati dalla marina italiana durante la prima guerra mondiale, cui partecipò il savonese capitano Giuseppe Aonzo, allievo dell'Istituto Nautico negli anni 1905-7. 

All’interno dell’edificio è visitabile a richiesta la Mostra permanente delle Scienze Nautiche, inaugurata nel maggio del 2009 all’ultimo piano della sede storica dell’Istituto Nautico “Leon Pancaldo” con lo scopo di raccogliere, restaurare e salvaguardare il ricco patrimonio di strumentazioni, macchinari, attrezzature storiche di laboratorio, volumi e documenti dell'Istituto, fondato nel 1856; la mostra permanente, realizzata come progetto didattico dell'Istituto Tecnico Nautico “Leon Pancaldo”, comprende varie sezioni: la galleria dei quadri dei Diplomati nel corso della lunga storia dell’Istituto, foto della Savona portuale dei primi del ‘900, modelli di navi d’epoca, attrezzature storiche di laboratorio di fisica e di elettrotecnica, strumentazioni e attrezzature di bordo, modellini di macchine a vapore perfettamente funzionanti, modelli di macchine marine, disegni tecnici realizzati dagli studenti negli anni 1950-60, la biblioteca, la stazione meteorologica che giornalmente trasmette dati  ad ARPAL e al Ministero dell’Agricoltura e il grande planetario, tra i pochi funzionanti in Italia.

Visita a richiesta: info Associazione “Amici del Nautico Leon Pancaldo” tel. 349.4016165 - http://amicidelnautico.altervista.org