vai al contenuto vai al footer

FAI - CASA CARBONE

Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
VIA RIBOLI 14 - 16033 Lavagna (GE)
Telefono: 0185/393920
Fax: 0185/395300
attività didattiche
La facciata La facciata
La sala da pranzo La sala da pranzo
Il salone Il salone
Casa Carbone è una casa museo. Abitato fino alla fine dell'Ottocento dai fratelli Siria ed Emanuele Carbone, l'appartamento al piano nobile dell'ottocentesca palazzine di via Riboli, scevro da ogni ostentazione di sfarzo, offre al visitatore un fedele documento di quello che è stato uno dei principali fondamenti della nostra società: il vivere borghese tra Otto e Novecento, ambientato qui in una dimensione prettamente domestica, nella quale un'impeccabile eleganza non oltrepassa mai la misura di una moderata discrezione. La visita si snoda attorno al salone centrale, unica vera sala di rappresentanza della casa, con soffitto dipinto con ciclo di tempere degli ultimi decenni dell'Ottocento. Particolare attenzione merita la raccolta di dipinti, composta per lo più da opere di area genovese databili tra il XVI e il XVIII secolo. Tempere, mosaici e dipinti compongono un'importante cornice per il ricco e abbondante arredo, vero cuore pulsante dell'abitazione, il cui fascino risiede non tanto nei particolari di un buon quadro o nell'alta qualità di una porcellana, bensì nella resa armonica dell'insieme dei molteplici elementi.
Attività didattiche: si
FAI - CASA CARBONE
Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
VIA RIBOLI 14 16033 Lavagna (GE)
Telefono: 0185/393920
Fax: 0185/395300
attività didattiche
Casa Carbone è una casa museo. Abitato fino alla fine dell'Ottocento dai fratelli Siria ed Emanuele Carbone, l'appartamento al piano nobile dell'ottocentesca palazzine di via Riboli, scevro da ogni ostentazione di sfarzo, offre al visitatore un fedele documento di quello che è stato uno dei principali fondamenti della nostra società: il vivere borghese tra Otto e Novecento, ambientato qui in una dimensione prettamente domestica, nella quale un'impeccabile eleganza non oltrepassa mai la misura di una moderata discrezione. La visita si snoda attorno al salone centrale, unica vera sala di rappresentanza della casa, con soffitto dipinto con ciclo di tempere degli ultimi decenni dell'Ottocento. Particolare attenzione merita la raccolta di dipinti, composta per lo più da opere di area genovese databili tra il XVI e il XVIII secolo. Tempere, mosaici e dipinti compongono un'importante cornice per il ricco e abbondante arredo, vero cuore pulsante dell'abitazione, il cui fascino risiede non tanto nei particolari di un buon quadro o nell'alta qualità di una porcellana, bensì nella resa armonica dell'insieme dei molteplici elementi.