vai al contenuto vai al footer

Palazzo Peloso Cepolla

Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
Piazza S.Michele 12 - 17031 Albenga (SV)
Telefono: 018251215
Fax: 0182570434
Come per quasi tutti i palazzi cinque-seicenteschi di Albenga, Palazzo Peloso Cepolla, uno fra i più interessanti edifici di abitazione signorile di Albenga, è articolato sull'area di un nucleo di case medievali, conglobate alla fine del sec.XVI con completa ristrutturazione delle facciate e rifacimento totale degli interni. L'ambiente più notevole è il salone affrescato(primo Seicento)con scene di caccia e arazzi entrefenetres di produzione fiamminga, arricchito da uno splendido camino e da portali in ardesia, sopra i quali sono nicchie con busti marmorei di provenienza romana. Il palazzo, che ha avuto nel sec.XVIII un'ulteriore stagione decorativa con affreschi di tema mitologico, è stato lasciato per testamento nel 1947 dal dott. Agostino Niccolari, ultimo erede della famiglia nobile, al comune di Albenga perchè fosse sede della Sezione Ingauna dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri. Vi ha sede, anche, il Museo Navale romano.
Palazzo Peloso Cepolla
Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
Piazza S.Michele 12 17031 Albenga (SV)
Telefono: 018251215
Fax: 0182570434
Come per quasi tutti i palazzi cinque-seicenteschi di Albenga, Palazzo Peloso Cepolla, uno fra i più interessanti edifici di abitazione signorile di Albenga, è articolato sull'area di un nucleo di case medievali, conglobate alla fine del sec.XVI con completa ristrutturazione delle facciate e rifacimento totale degli interni. L'ambiente più notevole è il salone affrescato(primo Seicento)con scene di caccia e arazzi entrefenetres di produzione fiamminga, arricchito da uno splendido camino e da portali in ardesia, sopra i quali sono nicchie con busti marmorei di provenienza romana. Il palazzo, che ha avuto nel sec.XVIII un'ulteriore stagione decorativa con affreschi di tema mitologico, è stato lasciato per testamento nel 1947 dal dott. Agostino Niccolari, ultimo erede della famiglia nobile, al comune di Albenga perchè fosse sede della Sezione Ingauna dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri. Vi ha sede, anche, il Museo Navale romano.