vai al contenuto vai al footer

Palazzo Gavotti

Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
PIAZZA CHABROL 1 - 17100 Savona (SV)
Telefono: 019-8387391
Fax: 019-8310265
Palazzo Gavotti Palazzo Gavotti

Palazzo Gavotti, uno dei più importanti edifici storici della città, sorge tra il nucleo antico e i quartieri ottocenteschi. E' stato realizzato su precedenti strutture medioevali, rifuse tra il 1570/80 secondo l'impianto rinascimentale basato sul sistema atrio-cortile-scala e sull'introduzione di spazi che si intersecano mediante una serie di loggiati. Nel XVIII secolo la famiglia Gavotti ne fece dono all'Opera Pia del Santuario perchè vi fossero ricevuti gli ospiti illustri che si recavano in pellegrinaggio al santuario. I successivi interventi strutturali eseguiti nel corso dell'Ottocento ne hanno alterato l'impianto, con modifiche determinate dalle diverse destinazioni degli spazi. Fra via Pia e piazza Chabrol, dove prima esisteva un giardino, fu aperto un nuovo passaggio, trasformando l'atrio in un ampio porticato al fine di raccordare il nucleo medievale della città con i nuovi quartieri. Il fronte principale fu ribaltato verso la piazza con l'introduzione di una facciata neomanierista, fornita di un orologio e due statue in stucco raffiguranti Savona e il Letimbro, eseguite da Antonio Brilla. Sul prospetto principale fu anche collocato lo stemma del Comune di Savona che acquistò il palazzo dalla Commissione degli ospizi e vi trasferì i suoi uffici dal 1861 al 1934. L'edificio, già sede per un breve periodo della Pinacoteca civica che oggi vi è stata ricollocata in un moderno ed arricchito allestimento, ha ospitato, dal 1939 al 1985, la Biblioteca civica.

Luoghi d'arte collegati

PINACOTECA CIVICA
Con sede a palazzo Gavotti, è una delle più importanti raccolte d'arte della Liguria. Il percorso espositivo si articola in ventidue sale e comprende dipinti di scuola senese, lombarda, genovese e savonese che vanno dal XIV al XIX secolo. Sono inoltre esposte ceramiche savonesi che vanno dal XIV al XIX secolo. Una sezione è dedicata alla collezione della Fondazione Milena Milani d'arte contemporanea, con opere di De Chirico, Picasso, Fontana, Magritte, Mirò, Capogrossi, Twombly e molti altri.
Palazzo Gavotti
Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
PIAZZA CHABROL 1 17100 Savona (SV)
Telefono: 019-8387391
Fax: 019-8310265

Palazzo Gavotti, uno dei più importanti edifici storici della città, sorge tra il nucleo antico e i quartieri ottocenteschi. E' stato realizzato su precedenti strutture medioevali, rifuse tra il 1570/80 secondo l'impianto rinascimentale basato sul sistema atrio-cortile-scala e sull'introduzione di spazi che si intersecano mediante una serie di loggiati. Nel XVIII secolo la famiglia Gavotti ne fece dono all'Opera Pia del Santuario perchè vi fossero ricevuti gli ospiti illustri che si recavano in pellegrinaggio al santuario. I successivi interventi strutturali eseguiti nel corso dell'Ottocento ne hanno alterato l'impianto, con modifiche determinate dalle diverse destinazioni degli spazi. Fra via Pia e piazza Chabrol, dove prima esisteva un giardino, fu aperto un nuovo passaggio, trasformando l'atrio in un ampio porticato al fine di raccordare il nucleo medievale della città con i nuovi quartieri. Il fronte principale fu ribaltato verso la piazza con l'introduzione di una facciata neomanierista, fornita di un orologio e due statue in stucco raffiguranti Savona e il Letimbro, eseguite da Antonio Brilla. Sul prospetto principale fu anche collocato lo stemma del Comune di Savona che acquistò il palazzo dalla Commissione degli ospizi e vi trasferì i suoi uffici dal 1861 al 1934. L'edificio, già sede per un breve periodo della Pinacoteca civica che oggi vi è stata ricollocata in un moderno ed arricchito allestimento, ha ospitato, dal 1939 al 1985, la Biblioteca civica.

Luoghi d'arte collegati

PINACOTECA CIVICA
Con sede a <strong>palazzo Gavotti</strong>, è una delle più importanti raccolte d'arte della Liguria. Il percorso espositivo si articola in ventidue sale e comprende dipinti di scuola senese, lombarda, genovese e savonese che vanno <strong>dal XIV al XIX secolo</strong>. Sono inoltre esposte <strong>ceramiche</strong><strong> savonesi </strong>che vanno dal XIV al XIX secolo. Una sezione è dedicata alla collezione della <strong>Fondazione Milena Milani</strong><strong> d'arte contemporanea</strong>, con opere di De Chirico, Picasso, Fontana, Magritte, Mirò, Capogrossi, Twombly e molti altri.