vai al contenuto vai al footer

Villa Imperiale Scassi

Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
- Genova

Fra le ville alessiane di Sampierdarena, al numero 3 di via Nicolò d'Aste, si trova Villa Imperiale Scassi, detta "la Bellezza", costruita intorno al 1560 da Vincenzo Imperiale. Nel 1712 ospita l'imperatrice Cristina. L'asse che dalla collina scende al mare è il centro ideale della villa, al punto da condizionarne anche la disposizione degli spazi interni: l'atrio sfondato con tre arcate è una soluzione scenografica che prolunga la prospettiva del giardino. Nella decorazione ad affresco dell'interno realizzata da Bernardo Castello sono narrati alcuni episodi tratti dalla Gerusalemme Liberata (il poema epico composto dal Tasso). L'ampio giardino che si adagiava sulla collina era formato da un insieme di terrazze collegate da rampe e viali fra ninfei, portali e padiglioni: sopravvive nell'attuale Villa Scassi, dopo i grandi mutamenti urbanistici, come unico esempio di giardino rinascimentale con buona parte dell'arredo decorativo.

Villa Imperiale Scassi
Tipologia: Architetture/Ville e palazzi
Genova

Fra le ville alessiane di Sampierdarena, al numero 3 di via Nicolò d'Aste, si trova Villa Imperiale Scassi, detta "la Bellezza", costruita intorno al 1560 da Vincenzo Imperiale. Nel 1712 ospita l'imperatrice Cristina. L'asse che dalla collina scende al mare è il centro ideale della villa, al punto da condizionarne anche la disposizione degli spazi interni: l'atrio sfondato con tre arcate è una soluzione scenografica che prolunga la prospettiva del giardino. Nella decorazione ad affresco dell'interno realizzata da Bernardo Castello sono narrati alcuni episodi tratti dalla Gerusalemme Liberata (il poema epico composto dal Tasso). L'ampio giardino che si adagiava sulla collina era formato da un insieme di terrazze collegate da rampe e viali fra ninfei, portali e padiglioni: sopravvive nell'attuale Villa Scassi, dopo i grandi mutamenti urbanistici, come unico esempio di giardino rinascimentale con buona parte dell'arredo decorativo.