vai al contenuto vai al footer

Chiesa di San Lorenzo a Portovenere

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Portovenere
La facciata La facciata
L'interno L'interno
L'interno L'interno

La chiesa parrocchiale di San Lorenzo (XII secolo) si affaccia su un vasto piazzale nella parte alta dell'antico borgo marinaio di Portovenere, fortificato dai genovesi per il controllo dell'estremo levante: l'edificio in stile romanico, avviato nel 1116, viene consacrato nel 1130 da papa Innocenzo II. È la chiesa della Colonia Ianuensis di Portovenere e per questa ragione riprende nell'intitolazione quella della Cattedrale di Genova.

La facciata è opera dei famosi Magistri Antelami. Nel corso dei secoli, allo stile romanico originario vengono aggiunti elementi gotici e rinascimentali, particolarmente evidenti nel prospetto. La chiesa, devastata da un incendio nel 1340, viene difatti ricostruita secondo modi gotici e dotata di un campanile sopra il presbiterio; nel 1494 subisce ulteriori danni dagli aragonesi e nel corso del XVI secolo viene completamente trasformata. Nel 1934 accurati lavori di restauro rendono leggibile il succedersi delle fasi costruttive dell'edificio, caratterizzato da tre navate con colonne in pietra nera, alcune sostituite nel 1582 da colonne in marmo bianco di Carrara e unite da arcate a tutto sesto.

Nella lunetta del portale archiacuto si trova scolpito il bassorilievo con Il martirio di San Lorenzo. All'interno ancora si conserva il grosso tronco di cedro del Libano che, secondo la tradizione, giunse dal mare nel 1204 con oggetti preziosi e sacre reliquie, tra cui il dipinto su pergamena, forse di scuola fiorentina, raffigurante la Madonna Bianca, chiamata così dal colore del suo volto scolorito dal tempo, oggi nella cappella a destra del presbiterio. Un manoscritto del 1672 presente in chiesa narra la storia del ritrovamento del dipinto e dei miracoli attribuiti alla Madonna, patrona di Portovenere e festeggiata ogni anno il 17 agosto con una processione accompagnata da una suggestiva fiaccolata.

Da segnalare anche affreschi, tavole e sculture quattro-cinquecentesche custodite nella chiesa, il tronco del tesoro di San Lorenzo, il prezioso fonte battesimale, il maestoso soffitto ligneo e una pala del Cigoli.

Chiesa di San Lorenzo a Portovenere
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Portovenere

La chiesa parrocchiale di San Lorenzo (XII secolo) si affaccia su un vasto piazzale nella parte alta dell'antico borgo marinaio di Portovenere, fortificato dai genovesi per il controllo dell'estremo levante: l'edificio in stile romanico, avviato nel 1116, viene consacrato nel 1130 da papa Innocenzo II. È la chiesa della Colonia Ianuensis di Portovenere e per questa ragione riprende nell'intitolazione quella della Cattedrale di Genova.

La facciata è opera dei famosi Magistri Antelami. Nel corso dei secoli, allo stile romanico originario vengono aggiunti elementi gotici e rinascimentali, particolarmente evidenti nel prospetto. La chiesa, devastata da un incendio nel 1340, viene difatti ricostruita secondo modi gotici e dotata di un campanile sopra il presbiterio; nel 1494 subisce ulteriori danni dagli aragonesi e nel corso del XVI secolo viene completamente trasformata. Nel 1934 accurati lavori di restauro rendono leggibile il succedersi delle fasi costruttive dell'edificio, caratterizzato da tre navate con colonne in pietra nera, alcune sostituite nel 1582 da colonne in marmo bianco di Carrara e unite da arcate a tutto sesto.

Nella lunetta del portale archiacuto si trova scolpito il bassorilievo con Il martirio di San Lorenzo. All'interno ancora si conserva il grosso tronco di cedro del Libano che, secondo la tradizione, giunse dal mare nel 1204 con oggetti preziosi e sacre reliquie, tra cui il dipinto su pergamena, forse di scuola fiorentina, raffigurante la Madonna Bianca, chiamata così dal colore del suo volto scolorito dal tempo, oggi nella cappella a destra del presbiterio. Un manoscritto del 1672 presente in chiesa narra la storia del ritrovamento del dipinto e dei miracoli attribuiti alla Madonna, patrona di Portovenere e festeggiata ogni anno il 17 agosto con una processione accompagnata da una suggestiva fiaccolata.

Da segnalare anche affreschi, tavole e sculture quattro-cinquecentesche custodite nella chiesa, il tronco del tesoro di San Lorenzo, il prezioso fonte battesimale, il maestoso soffitto ligneo e una pala del Cigoli.