vai al contenuto vai al footer

Chiesa di Sant'Antonio Abate

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Deiva Marina
La chiesa La chiesa
La facciata La facciata
La facciata La facciata

Il centro storico si sviluppa attorno alla parrocchiale di Sant'Antonio Abate, iniziata il 6 luglio 1730, dopo che l'alluvione del 2 novembre 1729 aveva gravemente danneggiato la precedente parrocchiale sita in prossimità del torrente Deiva. La nuova parrocchiale, costruita in forma barocche viene aperta al culto nel 1739: la chiesa è caratterizzata da una pianta rettangolare con due grandi cappelle per parte separate da lesene binate; un atrio precede la navata unica che termina con un presbiterio munito di un'abside semicircolare riccamente decorata e affrescata, contrariamente al resto dell'edificio che presenta un’ interno bianco semplice e privo di decorazioni e una pavimentazione a scacchiera coi quadrati bianchi e neri allineati in posizione trasversale rispetto all'ingresso.

All'interno alcune opere di pregio e diverse tele dell'XVIII e XIX secolo. Sopra l'ingresso è conservato un pregevole organo meccanico Agati del 1848. All'esterno l'edificio presenta una facciata molto slanciata a due ordini di lesene, di cui quello superiore è molto allungato e concluso da un timpano triangolare. La chiesa è preceduta da un'ampia scalinata che si apre su un notevole sagrato policromo composto da pietre di fiume di tradizione ligure: i ciottoli colorati disegnano al centro la rosa dei venti e ai lati soggetti marinareschi.

Chiesa di Sant'Antonio Abate
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Deiva Marina

Il centro storico si sviluppa attorno alla parrocchiale di Sant'Antonio Abate, iniziata il 6 luglio 1730, dopo che l'alluvione del 2 novembre 1729 aveva gravemente danneggiato la precedente parrocchiale sita in prossimità del torrente Deiva. La nuova parrocchiale, costruita in forma barocche viene aperta al culto nel 1739: la chiesa è caratterizzata da una pianta rettangolare con due grandi cappelle per parte separate da lesene binate; un atrio precede la navata unica che termina con un presbiterio munito di un'abside semicircolare riccamente decorata e affrescata, contrariamente al resto dell'edificio che presenta un’ interno bianco semplice e privo di decorazioni e una pavimentazione a scacchiera coi quadrati bianchi e neri allineati in posizione trasversale rispetto all'ingresso.

All'interno alcune opere di pregio e diverse tele dell'XVIII e XIX secolo. Sopra l'ingresso è conservato un pregevole organo meccanico Agati del 1848. All'esterno l'edificio presenta una facciata molto slanciata a due ordini di lesene, di cui quello superiore è molto allungato e concluso da un timpano triangolare. La chiesa è preceduta da un'ampia scalinata che si apre su un notevole sagrato policromo composto da pietre di fiume di tradizione ligure: i ciottoli colorati disegnano al centro la rosa dei venti e ai lati soggetti marinareschi.