vai al contenuto vai al footer

Parrocchia di Nostra Signora Assunta

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Masone
La facciata La facciata

Sulla suggestiva piazza che un tempo costituiva il castello, contornata dalle case del Paese Vecchio, si affaccia l'antica parrocchiale di Masone, fatta costruire tra il 1580 e il 1584, dal feudatario Lazzaro Grimaldi Ceba, Doge di Genova. La chiesa subisce danni ingenti con la distruzione del castello da parte degli austriaci nel 1747. Chiusa a seguito dei danni viene restaurata e aperta al culto nel novembre 1758.

La Chiesa viene officiata dai Carmelitani Scalzi fino al 1868. All'interno sono conservati: un coro ligneo in stile barocco piemontese scolpito nel XVIII secolo; l'altare e la balaustra in marmi policromi del 1796; una pala d'altare raffigurante la Natività di Maria di scuola genovese del '700; quattro sopraporta in tela su legno della scuola di Valerio Castello (meta XVIII secolo) e un gruppo ligneo del 1740 raffigurante la Madonna del Rosario.

Attraverso una scala si puo accedere ad una suggestiva cripta ristrutturata nel 1975 dove sono visibili i sepolcri di alcuni feudatari e religiosi di Masone. La facciata, come la vediamo oggi, è stata rifatta nel 1907.

Parrocchia di Nostra Signora Assunta
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Masone

Sulla suggestiva piazza che un tempo costituiva il castello, contornata dalle case del Paese Vecchio, si affaccia l'antica parrocchiale di Masone, fatta costruire tra il 1580 e il 1584, dal feudatario Lazzaro Grimaldi Ceba, Doge di Genova. La chiesa subisce danni ingenti con la distruzione del castello da parte degli austriaci nel 1747. Chiusa a seguito dei danni viene restaurata e aperta al culto nel novembre 1758.

La Chiesa viene officiata dai Carmelitani Scalzi fino al 1868. All'interno sono conservati: un coro ligneo in stile barocco piemontese scolpito nel XVIII secolo; l'altare e la balaustra in marmi policromi del 1796; una pala d'altare raffigurante la Natività di Maria di scuola genovese del '700; quattro sopraporta in tela su legno della scuola di Valerio Castello (meta XVIII secolo) e un gruppo ligneo del 1740 raffigurante la Madonna del Rosario.

Attraverso una scala si puo accedere ad una suggestiva cripta ristrutturata nel 1975 dove sono visibili i sepolcri di alcuni feudatari e religiosi di Masone. La facciata, come la vediamo oggi, è stata rifatta nel 1907.