vai al contenuto vai al footer

Chiesa di San Nicolò di Bari

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Pietra Ligure
La facciata La facciata

La parrocchiale di san Nicolò, patrono della città, sorge in piazza XX Settembre: la chiesa è stata edificata tra il 1745 e il 1791 su progetto dell'architetto genovese Giovanni Battista Montaldo, con l'intervento degli architetti Gaetano Cantoni e Giuseppe Barella, in sostituzione dell'antica parrocchiale del X secolo, ora detta Oratorio dei Bianchi e adibita ad auditorium.

L'edificio è caratterizzato da una grande aula rettangolare con cappelle laterali di varia misura. La facciata, dominata da un'ampia finestra mistilinea centrale e da un portale con gruppo scultoreo, è delimitata ai lati dai due campanili risalenti ai primi dell'Ottocento. Gli affreschi della volta sono di Antonio Novaro (1860), mentre la tavola con l'immagine miracolosa di San Nicolò in cattedra nell'abside è opera di Giovanni Barbagelata (1498).

La parrocchiale di San Nicolò conserva inoltre opere di Domenico Piola, di Castellino Castello, del Maragliano e del Cambiaso; le statue lignee della Madonna, opera dello scultore Antonio Brilla, e un magnifico coro in legno acquistato dai marinai nel 1793.

Chiesa di San Nicolò di Bari
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Pietra Ligure

La parrocchiale di san Nicolò, patrono della città, sorge in piazza XX Settembre: la chiesa è stata edificata tra il 1745 e il 1791 su progetto dell'architetto genovese Giovanni Battista Montaldo, con l'intervento degli architetti Gaetano Cantoni e Giuseppe Barella, in sostituzione dell'antica parrocchiale del X secolo, ora detta Oratorio dei Bianchi e adibita ad auditorium.

L'edificio è caratterizzato da una grande aula rettangolare con cappelle laterali di varia misura. La facciata, dominata da un'ampia finestra mistilinea centrale e da un portale con gruppo scultoreo, è delimitata ai lati dai due campanili risalenti ai primi dell'Ottocento. Gli affreschi della volta sono di Antonio Novaro (1860), mentre la tavola con l'immagine miracolosa di San Nicolò in cattedra nell'abside è opera di Giovanni Barbagelata (1498).

La parrocchiale di San Nicolò conserva inoltre opere di Domenico Piola, di Castellino Castello, del Maragliano e del Cambiaso; le statue lignee della Madonna, opera dello scultore Antonio Brilla, e un magnifico coro in legno acquistato dai marinai nel 1793.