vai al contenuto vai al footer

Chiesa di Sant'Eusebio

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Finale Ligure
La chiesa La chiesa
La chiesa La chiesa
La chiesa La chiesa
La chiesa La chiesa
La chiesa La chiesa
Un dettaglio Un dettaglio

Tra le chiese più antiche del Finale è quella dedicata a S. Eusebio a Perti. Risultato di diversi rimaneggiamenti, particolarmente in epoca barocca, la sua fondazione dovrebbe risalire al X o XI secolo. All'interno si trova la cripta romanica con vele sostenute da colonnine poligonali dai rustici capitelli sagomati. Del XIV secolo è invece l'abside poligonale che termina nel singolare campanile a vela quattrocentesco con archetti gotici e croce realizzata con loggioni e scodelle ceramiche spagnole datate al XV secolo.

La necropoli romana adiacente, scoperta negli anni 1955-56, ha restituito corredi tombali risalenti al IV e V secolo d. C. che dimostrano la presenza di un vicus romano ed ora sono esposti nel Museo Archeologico del Finale.
Nel 1979 è stato scoperta, nell'area archeologica attigua, la più antica testimonianza epigrafica legata alla diffusione del cristianesimo ritrovata nell'area ligure-piemontese: un tegolone graffito d'uso funerario datato 362 d.C che riporta una iscrizione per Lucius, un bambino di nove anni.

Chiesa di Sant'Eusebio
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Finale Ligure

Tra le chiese più antiche del Finale è quella dedicata a S. Eusebio a Perti. Risultato di diversi rimaneggiamenti, particolarmente in epoca barocca, la sua fondazione dovrebbe risalire al X o XI secolo. All'interno si trova la cripta romanica con vele sostenute da colonnine poligonali dai rustici capitelli sagomati. Del XIV secolo è invece l'abside poligonale che termina nel singolare campanile a vela quattrocentesco con archetti gotici e croce realizzata con loggioni e scodelle ceramiche spagnole datate al XV secolo.

La necropoli romana adiacente, scoperta negli anni 1955-56, ha restituito corredi tombali risalenti al IV e V secolo d. C. che dimostrano la presenza di un vicus romano ed ora sono esposti nel Museo Archeologico del Finale.
Nel 1979 è stato scoperta, nell'area archeologica attigua, la più antica testimonianza epigrafica legata alla diffusione del cristianesimo ritrovata nell'area ligure-piemontese: un tegolone graffito d'uso funerario datato 362 d.C che riporta una iscrizione per Lucius, un bambino di nove anni.