vai al contenuto vai al footer

Chiesa di Santa Caterina di Rossiglione Superiore

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Rossiglione
La chiesa La chiesa
La facciata La facciata
Statua presente all'interno Statua presente all'interno
Facciata e campanile Facciata e campanile

La parrocchiale di Santa Caterina è situata nella piazza Madonna degli Angeli in Rossiglione Superiore. La costruzione originaria risale al XV secolo e l'atto di consacrazione è datato 1439. Tuttavia le importanti modifiche apportate nel corso del XVII secolo hanno trasformato completamente l'edificio che oggi non conserva nulla della forma originaria.

La crescita demografica del borgo rende infatti inadeguata la dimensione della chiesa che a partire da 1607 viene riedificata ed ampliata, arricchita di altari, cappelle e decorazioni. Nel 1609 viene riconsacrata e dedicata ai Santi Caterina e Bernardo. L'attuale edificio presenta una facciata rifatta nel 1856 in stile neoclassico, una pianta basilicale a tre navate, divise da pilastri con lesene.

All'interno della parrocchiale si conservano pregevoli opere d'arte di artisti genovesi: la pala dell'Annunciazione di Bernardo Castello (1621); il gruppo ligneo della Madonna degli Angeli con Sant'Antonio, datato 1671 e già attribuito da alcuni ad Anton Maria Maragliano, da altri ad Agostino De Negri o a Pier Domenico da Bissone; il dipinto con i Santi Antonio abate, Sebastiano e Bernardo di Luciano Borzone; quello con la Vergine e i Santi di Giuseppe Palmieri (1674-1740).

Da segnalare inoltre la Visitazione del bolognese Camillo Procaccini (inizio XVII secolo), e l'organo acquistato nel 1862 dalla Ditta Lingiardi di Pavia. Uno degli elementi più antichi conservati nella parrocchiale sembra essere un fonte battesimale in marmo bianco, riadattato come lavabo nella sacrestia databile tra fine XVI e gli inizi XVII secolo.

Chiesa di Santa Caterina di Rossiglione Superiore
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Rossiglione

La parrocchiale di Santa Caterina è situata nella piazza Madonna degli Angeli in Rossiglione Superiore. La costruzione originaria risale al XV secolo e l'atto di consacrazione è datato 1439. Tuttavia le importanti modifiche apportate nel corso del XVII secolo hanno trasformato completamente l'edificio che oggi non conserva nulla della forma originaria.

La crescita demografica del borgo rende infatti inadeguata la dimensione della chiesa che a partire da 1607 viene riedificata ed ampliata, arricchita di altari, cappelle e decorazioni. Nel 1609 viene riconsacrata e dedicata ai Santi Caterina e Bernardo. L'attuale edificio presenta una facciata rifatta nel 1856 in stile neoclassico, una pianta basilicale a tre navate, divise da pilastri con lesene.

All'interno della parrocchiale si conservano pregevoli opere d'arte di artisti genovesi: la pala dell'Annunciazione di Bernardo Castello (1621); il gruppo ligneo della Madonna degli Angeli con Sant'Antonio, datato 1671 e già attribuito da alcuni ad Anton Maria Maragliano, da altri ad Agostino De Negri o a Pier Domenico da Bissone; il dipinto con i Santi Antonio abate, Sebastiano e Bernardo di Luciano Borzone; quello con la Vergine e i Santi di Giuseppe Palmieri (1674-1740).

Da segnalare inoltre la Visitazione del bolognese Camillo Procaccini (inizio XVII secolo), e l'organo acquistato nel 1862 dalla Ditta Lingiardi di Pavia. Uno degli elementi più antichi conservati nella parrocchiale sembra essere un fonte battesimale in marmo bianco, riadattato come lavabo nella sacrestia databile tra fine XVI e gli inizi XVII secolo.