vai al contenuto vai al footer

Santuario di Nostra Signora delle Grazie ad Airole

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Airole
La facciata La facciata
Il santuario Il santuario
Appena fuori dal paese, su un promontorio circondato da uliveti, sorge il santuario dedicato alla Madonna delle Grazie.Il santuario viene edificato nel 1801 per iniziativa degli abitanti di Airole, soliti salire ogni anno alla rocca del Siestro per onorare la Madonna delle Virtù. Nel corso del XIX secolo, G.B. Borfiga, sacerdote e per molti anni parroco di Airole, si fa promotore della costruzione di un nuovo santuario, in grado di accogliere tutta la popolazione del paese, così alla fine dell¿Ottocento l'edificio viene ampliato inglobando alla cappella Seicentesca un secondo corpo, di proporzioni più grandi. I lavori vengono ultimati nel 1899 e l'11 ottobre 1908 si svolge la cerimonia di benedizione del santuario. La facciata viene completata solo nel 1933 con la collocazione di un gruppo in pietra di Verona raffigurante la "Vergine tra due angeli".Oltre alla pregevole statua lignea della Madonna, il santuario custodisce una tela del XVII secolo, attribuita ad un pittore della famiglia Carrega; nell¿atrio trova posto una ricca serie di ex-voto, a testimonianza della profonda devozione mariana degli airolesi. La grande festa in onore della Madonna delle Grazie si svolge la prima domenica dopo Pasqua, la domenica in Albis: la statua viene portata in processione adornata da monili d'oro.
Santuario di Nostra Signora delle Grazie ad Airole
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Airole
Appena fuori dal paese, su un promontorio circondato da uliveti, sorge il santuario dedicato alla Madonna delle Grazie.Il santuario viene edificato nel 1801 per iniziativa degli abitanti di Airole, soliti salire ogni anno alla rocca del Siestro per onorare la Madonna delle Virtù. Nel corso del XIX secolo, G.B. Borfiga, sacerdote e per molti anni parroco di Airole, si fa promotore della costruzione di un nuovo santuario, in grado di accogliere tutta la popolazione del paese, così alla fine dell¿Ottocento l'edificio viene ampliato inglobando alla cappella Seicentesca un secondo corpo, di proporzioni più grandi. I lavori vengono ultimati nel 1899 e l'11 ottobre 1908 si svolge la cerimonia di benedizione del santuario. La facciata viene completata solo nel 1933 con la collocazione di un gruppo in pietra di Verona raffigurante la "Vergine tra due angeli".Oltre alla pregevole statua lignea della Madonna, il santuario custodisce una tela del XVII secolo, attribuita ad un pittore della famiglia Carrega; nell¿atrio trova posto una ricca serie di ex-voto, a testimonianza della profonda devozione mariana degli airolesi. La grande festa in onore della Madonna delle Grazie si svolge la prima domenica dopo Pasqua, la domenica in Albis: la statua viene portata in processione adornata da monili d'oro.