vai al contenuto vai al footer

Pian Chiappozzo: i casoni

Tipologia: Architetture/Architetture civili
- Ne
Sono frequenti in Val Graveglia testimonianze di sfruttamento delle risorse agro-silvo-pastorali, come la presenza dei casoni: Questi sono tipici edifici a pianta quadrata, con murature a secco costituite da pietre locali e scaglie usate come inzeppatura, e con coperture in travi di legno e ciappe d'ardesia o pietra locale. I portali sono formati da architravi monolitiche e stipiti imponenti o composti da pietre, disposte orizzontalmente e verticalmente. Le finestre sono per lo pi ugrave; assenti, e sostituite da piccole fessure. Fino all'inizio del Novecento, nella zona dei Monti Zatta e Chiappozzo, si trovavano migliaia di capi di bestiame e di pecore. Nei casoni vivevano i pastori in estate, per dedicarsi alle pratiche del pascolo e dell'allevamento, mulattiere collegavano queste strutture agli abitati di Reppia e Arzeno. All'interno di alcuni casoni si possono ancora trovare le tracce del focolare e del giaciglio in tronchi di legno, coperto di paglia e fieno.
Vicino ai Casoni di Chiappozzo e a quelli di Lavaggi, si trova la localit agrave; Case Soprane, uno dei pi ugrave; caratteristici nuclei della Val Graveglia, con abitazioni in pietra e passaggi coperti con archivolti costituiti da grandi pietre squadrate. Da Pian Chiappozzo si raggiungono il passo del Biscia e da qui la Val di Vara. Il Monte Zatta egrave; inoltre una delle pi ugrave; pregevoli faggete della Liguria e sulle sue pendici vi si trovano i resti di alcune antiche neviere, costituite da buche nel terreno delimitate da muretti a secco, che svolgevano una funzione analoga ai nostri frigoriferi.

Pian Chiappozzo: i casoni
Tipologia: Architetture/Architetture civili
Ne
Sono frequenti in Val Graveglia testimonianze di sfruttamento delle risorse agro-silvo-pastorali, come la presenza dei casoni: Questi sono tipici edifici a pianta quadrata, con murature a secco costituite da pietre locali e scaglie usate come inzeppatura, e con coperture in travi di legno e ciappe d'ardesia o pietra locale. I portali sono formati da architravi monolitiche e stipiti imponenti o composti da pietre, disposte orizzontalmente e verticalmente. Le finestre sono per lo pi ugrave; assenti, e sostituite da piccole fessure. Fino all'inizio del Novecento, nella zona dei Monti Zatta e Chiappozzo, si trovavano migliaia di capi di bestiame e di pecore. Nei casoni vivevano i pastori in estate, per dedicarsi alle pratiche del pascolo e dell'allevamento, mulattiere collegavano queste strutture agli abitati di Reppia e Arzeno. All'interno di alcuni casoni si possono ancora trovare le tracce del focolare e del giaciglio in tronchi di legno, coperto di paglia e fieno.
Vicino ai Casoni di Chiappozzo e a quelli di Lavaggi, si trova la localit agrave; Case Soprane, uno dei pi ugrave; caratteristici nuclei della Val Graveglia, con abitazioni in pietra e passaggi coperti con archivolti costituiti da grandi pietre squadrate. Da Pian Chiappozzo si raggiungono il passo del Biscia e da qui la Val di Vara. Il Monte Zatta egrave; inoltre una delle pi ugrave; pregevoli faggete della Liguria e sulle sue pendici vi si trovano i resti di alcune antiche neviere, costituite da buche nel terreno delimitate da muretti a secco, che svolgevano una funzione analoga ai nostri frigoriferi.