vai al contenuto vai al footer

Castello del Carretto

Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
- Balestrino
Il castello Il castello
Panorama col castello Panorama col castello
Le mura Le mura
Le mura Le mura

All'inizio del Cinquecento i marchesi del Carretto di Zuccarello ottenevano dall'Imperatore Massimiliano I l'investitura del feudo di Balestrino che, per spartizione, passava a Pirro II del Carretto capostipite di un nuovo ramo della grande casata. Intorno al 1515 Pirro II ha dato inizio alla costruzione del suo castello sul torrione roccioso dominante il burgus plebis. Il marchese si è avvalso delle forzate prestazioni di mano d'opera e dei tributi imposti agli abitanti del borgo che, ribellatisi, hanno ucciso il marchese e la sua amante e incendiato il castello. Nel corso dei secoli il maniero è stato più volte ampliato, modificato e restaurato: nel periodo di massimo splendore era dotato probabilmente di una torre merlata, una guardiola a cupola, di proprie mura di cinta e di un ponte levatoio, forse nei pressi dell'attuale via del Ponte.

Castello del Carretto
Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
Balestrino

All'inizio del Cinquecento i marchesi del Carretto di Zuccarello ottenevano dall'Imperatore Massimiliano I l'investitura del feudo di Balestrino che, per spartizione, passava a Pirro II del Carretto capostipite di un nuovo ramo della grande casata. Intorno al 1515 Pirro II ha dato inizio alla costruzione del suo castello sul torrione roccioso dominante il burgus plebis. Il marchese si è avvalso delle forzate prestazioni di mano d'opera e dei tributi imposti agli abitanti del borgo che, ribellatisi, hanno ucciso il marchese e la sua amante e incendiato il castello. Nel corso dei secoli il maniero è stato più volte ampliato, modificato e restaurato: nel periodo di massimo splendore era dotato probabilmente di una torre merlata, una guardiola a cupola, di proprie mura di cinta e di un ponte levatoio, forse nei pressi dell'attuale via del Ponte.