vai al contenuto vai al footer

Chiesa di Santa Margherita di Antiochia

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Vernazza
La chiesa La chiesa
La facciata La facciata
La facciata La facciata

La chiesa romanica di Santa Margherita di Antiochia, costruita nel 1318 ad opera dei Magistri Antelami in luogo di una precedente costruzione dell'XI secolo, si erge sulla scogliera affacciata sul porticciolo di Vernazza. Nel corso dei secoli l'edificio subisce numerose modifiche ed ampliamenti strutturali: allungamento della pianta con l'aggiunta di due campate, sostituzione del tetto ligneo con volte, sopraelevazione della torre campanaria.

I restauri degli anni 1964-1970 ripristinano in parte la struttura originaria eliminando le sovrastrutture barocche del 1750, epoca a cui risale anche l'altare maggiore e recuperando la copertura in legno a vista. La chiesa ha due ingressi: uno sul fronte principale a Nord e l'altro, più comodo, in una delle absidi che si affaccia sull'ampia piazza alberata prospiciente il porticciolo. L'interno, sopraelevato rispetto al livello della piazza, presenta una pianta basilicale a tre navate scandite da una duplice successione di colonne che sorreggono arcate a tutto sesto.

La parrocchiale di Vernazza è conosciuta per il suo notevole campanile: la caratteristica torre nolare a sezione ottagonale, la cui tipologia è unica nell'architettura religiosa dei centri delle Cinque Terre, s'imposta sui quattro pilastri del presbiterio e raggiunge un'altezza di ben 40 metri. La chiesa custodisce tele del XVII secolo; una cassa processionale settecentesca e un Crocifisso ligneo attribuito ad Anton Maria Maragliano.

Chiesa di Santa Margherita di Antiochia
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Vernazza

La chiesa romanica di Santa Margherita di Antiochia, costruita nel 1318 ad opera dei Magistri Antelami in luogo di una precedente costruzione dell'XI secolo, si erge sulla scogliera affacciata sul porticciolo di Vernazza. Nel corso dei secoli l'edificio subisce numerose modifiche ed ampliamenti strutturali: allungamento della pianta con l'aggiunta di due campate, sostituzione del tetto ligneo con volte, sopraelevazione della torre campanaria.

I restauri degli anni 1964-1970 ripristinano in parte la struttura originaria eliminando le sovrastrutture barocche del 1750, epoca a cui risale anche l'altare maggiore e recuperando la copertura in legno a vista. La chiesa ha due ingressi: uno sul fronte principale a Nord e l'altro, più comodo, in una delle absidi che si affaccia sull'ampia piazza alberata prospiciente il porticciolo. L'interno, sopraelevato rispetto al livello della piazza, presenta una pianta basilicale a tre navate scandite da una duplice successione di colonne che sorreggono arcate a tutto sesto.

La parrocchiale di Vernazza è conosciuta per il suo notevole campanile: la caratteristica torre nolare a sezione ottagonale, la cui tipologia è unica nell'architettura religiosa dei centri delle Cinque Terre, s'imposta sui quattro pilastri del presbiterio e raggiunge un'altezza di ben 40 metri. La chiesa custodisce tele del XVII secolo; una cassa processionale settecentesca e un Crocifisso ligneo attribuito ad Anton Maria Maragliano.