vai al contenuto vai al footer

Castello dei Clavesana

Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
- Andora
Le mura Le mura
Le mura Le mura
Le mura Le mura
A poca distanza si trovano i resti del Paraxo, l'antico castello dei Clavesana sede poi del Governatorato di Genova. Nella sua imponente struttura sono riconoscibili le diverse fasi della costruzione e degli ampliamenti; durante uno di essi, nel '300, venne aggiunta la monumentale portatorre in pietra, visibile poco più in basso.
Il castello, ben difeso da due cortine murarie, è ancora oggi ben visibile. I recenti scavi archeologici hanno restituito i resti di un villaggio, databile tra il IX e il X secolo, con capanne in legno su basamenti in pietra, fondazione antecedente alla presenza dei Clavesana nel borgo.
Il castello è stato abbandonato, per le malsane paludi alla foce del torrente, tra il XV e il XVI secolo. Lungo la costa resta un unico torrione circolare di avvistamento dei pirati barbareschi costruito dai genovesi nel Cinquecento.
Non lontano si trovano le frazioni di Rollo e Colla Micheri: nella prima sorge una bella chiesa barocca con canonica quattrocentesca; nella seconda i resti di torri di avvistamento per prevenire i pericoli che potevano giungere dal mare.
Castello dei Clavesana
Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
Andora
A poca distanza si trovano i resti del Paraxo, l'antico castello dei Clavesana sede poi del Governatorato di Genova. Nella sua imponente struttura sono riconoscibili le diverse fasi della costruzione e degli ampliamenti; durante uno di essi, nel '300, venne aggiunta la monumentale portatorre in pietra, visibile poco più in basso.
Il castello, ben difeso da due cortine murarie, è ancora oggi ben visibile. I recenti scavi archeologici hanno restituito i resti di un villaggio, databile tra il IX e il X secolo, con capanne in legno su basamenti in pietra, fondazione antecedente alla presenza dei Clavesana nel borgo.
Il castello è stato abbandonato, per le malsane paludi alla foce del torrente, tra il XV e il XVI secolo. Lungo la costa resta un unico torrione circolare di avvistamento dei pirati barbareschi costruito dai genovesi nel Cinquecento.
Non lontano si trovano le frazioni di Rollo e Colla Micheri: nella prima sorge una bella chiesa barocca con canonica quattrocentesca; nella seconda i resti di torri di avvistamento per prevenire i pericoli che potevano giungere dal mare.