vai al contenuto vai al footer

Castello dei Clavesana

Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
- Vendone

Resti del maestoso castello dei Clavesana, la fortezza più imponente dell'intera vallata. Costruita probabilmente nell'XI secolo, il toponimo potrebbe indicare la preesistenza di un insediamento preistorico. Nel corso del Duecento il castello è stato caposaldo del Comune di Albenga contro i Marchesi di Clavesana.

Presenta struttura triangolare e conserva quasi intatta la torre esagonale, alta circa 25 metri, che per un certo periodo è stata adibita a carcere. La struttura è costruita su due piani coperti da una cupola ribassata, con una sola apertura verso l'interno, che costituiva l'ingresso lievemente rialzato da terra. Dal primo piano si passa al parapetto soprastante con tracce di merli guelfi. I muri, spessi circa un metro, già intonacati, sono realizzati in ciottoli di fiume frammisti a mattoni e in pietra di Cisano,sempre usata negli spigoli. La torre era collegata da una cortina ad un'altra torre rettangolare, a C, aperta verso l'interno.

Castello dei Clavesana
Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
Vendone

Resti del maestoso castello dei Clavesana, la fortezza più imponente dell'intera vallata. Costruita probabilmente nell'XI secolo, il toponimo potrebbe indicare la preesistenza di un insediamento preistorico. Nel corso del Duecento il castello è stato caposaldo del Comune di Albenga contro i Marchesi di Clavesana.

Presenta struttura triangolare e conserva quasi intatta la torre esagonale, alta circa 25 metri, che per un certo periodo è stata adibita a carcere. La struttura è costruita su due piani coperti da una cupola ribassata, con una sola apertura verso l'interno, che costituiva l'ingresso lievemente rialzato da terra. Dal primo piano si passa al parapetto soprastante con tracce di merli guelfi. I muri, spessi circa un metro, già intonacati, sono realizzati in ciottoli di fiume frammisti a mattoni e in pietra di Cisano,sempre usata negli spigoli. La torre era collegata da una cortina ad un'altra torre rettangolare, a C, aperta verso l'interno.