vai al contenuto vai al footer

Castello Spinola a Isola del Cantone

Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
- Isola del Cantone

Nel 1235 Isola diventa feudo dei Mlaspina e nel 1256 passa sotto il controllo degli Spinola. Entrambi i castelli, quello di Piano (Castello Spinola Mignacco) e quello di Cantone (Castello Spinola), vengono eretti successivamente a tale data. Castello Spinola del Cantone dovrebbe risalire alla seconda metà del Duecento: il castello, costruito a piombo sul corso dello Scrivia, era originariamente a pianta quadrata, con torri angolari ed un ampio cortile interno.

Purtroppo le consistenti modifiche subite nel corso dei secoli ne hanno radicalmente modificato l'impianto di origine medievale: l'unico settore rimasto praticamente immutato, rispetto alla struttura del XVII secolo, è l'imponente torre a picco sul torrente, opposta alla quale si trova un'altra torre a pianta circolare. Nel 1819 il castello viene venduto alle Famiglie Denegri e Zuccarino che lo trasformano parzialmente in case d'abitazione. Oggi il castello risulta inglobato in costruzioni più recenti.

Castello Spinola a Isola del Cantone
Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
Isola del Cantone

Nel 1235 Isola diventa feudo dei Mlaspina e nel 1256 passa sotto il controllo degli Spinola. Entrambi i castelli, quello di Piano (Castello Spinola Mignacco) e quello di Cantone (Castello Spinola), vengono eretti successivamente a tale data. Castello Spinola del Cantone dovrebbe risalire alla seconda metà del Duecento: il castello, costruito a piombo sul corso dello Scrivia, era originariamente a pianta quadrata, con torri angolari ed un ampio cortile interno.

Purtroppo le consistenti modifiche subite nel corso dei secoli ne hanno radicalmente modificato l'impianto di origine medievale: l'unico settore rimasto praticamente immutato, rispetto alla struttura del XVII secolo, è l'imponente torre a picco sul torrente, opposta alla quale si trova un'altra torre a pianta circolare. Nel 1819 il castello viene venduto alle Famiglie Denegri e Zuccarino che lo trasformano parzialmente in case d'abitazione. Oggi il castello risulta inglobato in costruzioni più recenti.