vai al contenuto vai al footer

Castello Spinola a Ronco Scrivia

Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
- Ronco Scrivia
Un dettaglio delle rovine Un dettaglio delle rovine
Un dettaglio delle rovine Un dettaglio delle rovine
Un dettaglio delle rovine Un dettaglio delle rovine

Il castello, costruito tra l'XI e il XII secolo, è in origine possedimento della Signoria dei Malaspina. Rifugio dei nobili ribelli al parlamento genovese, il castello viene preso d'assalto ed espugnato dai Genovesi gia nel 1173. Cinquant'anni più tardi, dopo la pace tra Genova e la coalizione tortonese-alessandrina, la Lega Lombarda dà ordine ai Genovesi di restituire la fortezza e il castello torna nuovamente agli Spinola, i quali nel 1313 ne ottengono l'investitura dall'imperatore Enrico VII di Lussemburgo.

La rocca, trasformata in palazzo residenziale, rimane proprietà della famiglia Spinola, che lo abita ancora a meta del Seicento, fino alla soppressione dei Feudi Imperiali Liguri, voluta da Napoleone nel 1797. Del castello poche sono le tracce visibili: non rimane alcun residuo della cinta muraria esterna e ogni scala interna è scomparsa; nella zona dell'angolo di sud-est rimane solo un frammento di muro realizzato con pietra da taglio ben squadrata.

Castello Spinola a Ronco Scrivia
Tipologia: Architetture/Castelli e fortificazioni
Ronco Scrivia

Il castello, costruito tra l'XI e il XII secolo, è in origine possedimento della Signoria dei Malaspina. Rifugio dei nobili ribelli al parlamento genovese, il castello viene preso d'assalto ed espugnato dai Genovesi gia nel 1173. Cinquant'anni più tardi, dopo la pace tra Genova e la coalizione tortonese-alessandrina, la Lega Lombarda dà ordine ai Genovesi di restituire la fortezza e il castello torna nuovamente agli Spinola, i quali nel 1313 ne ottengono l'investitura dall'imperatore Enrico VII di Lussemburgo.

La rocca, trasformata in palazzo residenziale, rimane proprietà della famiglia Spinola, che lo abita ancora a meta del Seicento, fino alla soppressione dei Feudi Imperiali Liguri, voluta da Napoleone nel 1797. Del castello poche sono le tracce visibili: non rimane alcun residuo della cinta muraria esterna e ogni scala interna è scomparsa; nella zona dell'angolo di sud-est rimane solo un frammento di muro realizzato con pietra da taglio ben squadrata.