vai al contenuto vai al footer

Chiesa di Santo Stefano

Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
- Rapallo
Il campanile Il campanile

Al centro dell'abitato, posta su di un piccolo poggio protetto dalle mura e in posizione elevata per salvaguardarla dalle frequenti inondazioni del torrente, sorge la Chiesa di Santo Stefano, oggi comunemente chiamata Oratorio dei Neri.

Il documento più antico che la ricordi è un atto del luglio 1155 col quale tale Benedetta vendeva a Oberto Cancelliere la meta d'una casa situata ab ea parte quae est versus Sanctum Stephanum. La tradizione afferma che questo sia stato il primo tempio cristiano edificato a Rapallo e la sua importanza rimase inalterata col passare degli anni.

Poco dopo il 1263 nella chiesa venne istituita la Confraternita dei Disciplinanti, dove i confratelli avevano una loro tomba speciale nel tempio e che ancor oggi ha sede in Santo Stefano. Verso la meta del Cinquecento il Pontefice Paolo III Farnese concedeva la chiesa in giuspatronato all'illustre famiglia rapallese dei Della Torre. La famiglia Della Torre esercito tale patronato per oltre tre secoli, procedendo alla nomina dei Prepositi di Santo Stefano sino al 1859.

Accanto alla chiesa sorge l'Oratorio dei Bianchi, dedicato alla Santissima Trinità: al suo interno si segnalano, fra gli altri, alcuni Crocifissi processionali, un organo tardosettecentesco, una statua lignea di San Sebastiano del Maragliano e il coro del XVI secolo proveniente dal Monastero della Cervara.

Chiesa di Santo Stefano
Tipologia: Architetture/Edifici religiosi
Rapallo

Al centro dell'abitato, posta su di un piccolo poggio protetto dalle mura e in posizione elevata per salvaguardarla dalle frequenti inondazioni del torrente, sorge la Chiesa di Santo Stefano, oggi comunemente chiamata Oratorio dei Neri.

Il documento più antico che la ricordi è un atto del luglio 1155 col quale tale Benedetta vendeva a Oberto Cancelliere la meta d'una casa situata ab ea parte quae est versus Sanctum Stephanum. La tradizione afferma che questo sia stato il primo tempio cristiano edificato a Rapallo e la sua importanza rimase inalterata col passare degli anni.

Poco dopo il 1263 nella chiesa venne istituita la Confraternita dei Disciplinanti, dove i confratelli avevano una loro tomba speciale nel tempio e che ancor oggi ha sede in Santo Stefano. Verso la meta del Cinquecento il Pontefice Paolo III Farnese concedeva la chiesa in giuspatronato all'illustre famiglia rapallese dei Della Torre. La famiglia Della Torre esercito tale patronato per oltre tre secoli, procedendo alla nomina dei Prepositi di Santo Stefano sino al 1859.

Accanto alla chiesa sorge l'Oratorio dei Bianchi, dedicato alla Santissima Trinità: al suo interno si segnalano, fra gli altri, alcuni Crocifissi processionali, un organo tardosettecentesco, una statua lignea di San Sebastiano del Maragliano e il coro del XVI secolo proveniente dal Monastero della Cervara.