vai al contenuto vai al footer

Programmazione 2017/2018 Teatro Cargo

Il tema centrale della programmazione del Teatro Cargo di Genova è la donna. Spettacoli per ragazzi, tradizionali e commemorativi. >strong>A partire da venerdì 1 dicembre 2017
Teatro Cargo

La donna è il tema al quale è dedicata la programmazione della stagione 2017-2018 del Teatro Cargo, in piazza Bernardo e Giovanni Odicini, a Genova. La rassegna di spettacoli va oltre il convenzionale, tanto che lo slogan scelto per questa stagione è “fuori dal centro fuori dagli schemi”.

Donna, quindi, come fil rouge della rassegna: si va da “Scintille”, spettacolo scritto e portato in scena da Laura Sicignano per “restituire voce alle 146 operaie bruciate alla TWC in 18 minuti”, domenica 5 novembre alle 16.30; a “Il mestiere più antico del mondo”, contro la violenza di genere, ideato da Gabriella Pacini e diretto da Amandio Pinheiro, in scena domenica 29 ottobre alle 16.30; passando per “Lo stronzo”, manifesto di Andrea Lupo contro la violenza domestica perpetrata dall’uomo comune, venerdì 2 febbraio 2018 alle 21.

La programmazione prevede, inoltre, una speciale rassegna dedicata ai più giovani, denominata Teatro & Ragazzi: spettacoli per sensibilizzare i più piccini su tematiche non ancora acquisite. Si inizia, martedì 28 novembre, con “Il viaggio di Goccia”, uno spettacolo di educazione ambientale sul valore dell’acqua e contro lo spreco, scritto e diretto da Maria Grazia Pavanello; “Apriti Sesamo!”, martedì 6 febbraio 2018 si prosegue con “Alì Babà”, di Bruno Cereseto, una ricca storia di magia e colpi di scena che incanterà i più piccini; infine, martedì 6 marzo 2018, “Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry, con la regia di Renzo Sicco, che condurrà i più piccoli in un viaggio alla scoperta dell’altro. Tutti gli spettacoli per le scuole andranno in scena alle ore 10.

Non mancano, infine, spettacoli celebrativi. Si parte, venerdì 1 dicembre alle 21, con “Andy Warhol Superstar”, che commemora il genio della pop art a trent’anni dalla sua scomparsa, mettendo in scena la sua capacità di anticipare con l’arte i cambiamenti sociali contemporanei e futuri; si continua, domenica 28 gennaio alle 16.30, con lo spettacolo fuori abbonamento “Tra i vivi non posso più stare”, che ricorda la deportazione del rabbino di Genova Riccardo Pacifici, ucciso ad Auschwitz per essersi rifiutato, nel 1943, di abbandonare la sua sinagoga e la sua comunità; infine, domenica 11 marzo alle 16.30 al teatro di Villa Duchessa di Galliera, con repliche fuori abbonamento domenica 18 e sabato 24 marzo alle 16 a Palazzo Rosso, “La duchessa di Galliera”, che porta in scena la storia di Maria Brignole Sale De Ferrari duchessa di Galliera a 130 anni dalla sua morte. La regia dei tre spettacoli è di Laura Sicignano.

Per maggiori informazioni: www.teatrocargo.it