vai al contenuto vai al footer

25° Festival Musicale del Mediterraneo

Dal 1 al 11 settembre 2016
Genova, varie sedi
I venticinque anni del festival che porta a Genova la migliore musica da tutto il mondo. Quest’anno il tema è “Famiglie Sonore”. L’importanza della musica nelle famiglie per la trasmissione delle culture
25° festival musicale del mediterraneo

Compie un quarto di secolo il Festival Musicale del Mediterraneo, che, dal 1 all’ 11 settembre 2016, porterà a Genova la musica di artisti provenienti dai 5 continenti.

Il tema “Famiglie sonore” racconta con il ritmo, la danza e i colori, quanto la musica all’interno di una famiglia possa essere importante per unire e rendere la vita armoniosa. Nel mondo occidentale è sempre meno frequente la presenza di più musicisti in un nucleo familiare; in oriente invece questa tradizione è ancora abbastanza forte da sopravvivere non solo come formazione musicale, ma anche come mezzo di comunicazione.
Così generazioni differenti si incontrano, la musica diventa uno stile di vita fatto di pratica costante e crescita personale, e in alcuni casi anche una professione tramandata da genitori ai figli. Ma non solo: diventa condivisione del sapere di una cultura e di un popolo.

In venticinque anni di attività del Festival Musicale del Mediterraneo sono stati moltissimi gli artisti che si sono esibiti nelle location più suggestive del centro di Genova, quest’anno i palchi, posizionati nei palazzi e nei cortili di via Garibaldi, nei chiostri di Sant’Agostino e San Matteo e presso il Castello d’Albertis, saranno riservati a famiglie di musicisti di generazioni differenti, ensemble di sorelle e fratelli, figli d’arte e molti altri.

Il Festival partirà giovedì 1 settembre alle ore 20.30, a Palazzo Tursi, con lo  spettacolo di percussioni e danze della Madou Zon Family (dal Burkina Faso). Altri appuntamenti di grande interesse si svolgeranno sabato 3 settembre a Palazzo Ducale (ore 21)  con lo spettacolo di Roger Eno, fratello del celebre Brian Eno;  domenica 11 settembre a Palazzo Tursi, ore 18,  sarà presente il coro polifonico sardo dei Tenores di Santa Sarbana di Silanus.
Un evento speciale è in programma domenica 4 settembre presso la nuova location a Forte Begato, dalle ore 15 saranno ben tre le famiglie che si esibiranno per famiglie e bambini: i tamburi taiko della Famiglia Parisi, i Giona’s Brother che propongono canzoni folk-pop in un viaggio sonoro leggero e divertente, per arrivare alle 16.30 all’esibizione delle tre sorelle irlandesi “The Henry Girls” che uniscono folk irlandese e pop. Spettacoli gratuiti si svolgeranno in Piazza San Lorenzo, Piazza Banchi, Piazza Lavagna e Maddalena come l’appuntamento per il Centro Storico con la Famiglia Giannuzzi e la sua Pizzica e taranta salentina, giovedì 1 settembre, alle ore 18. In contemporanea con il Festival saranno attivi mostre, convegni e laboratori.

Il Festival ha la direzione artistica di Davide Ferrari e l’organizzazione è di Echo Art. Ha il patrocinio dalla Commissione Italiana dell’UNESCO, e il sostegno della Compagnia di San Paolo, del Comune di Genova, della Regione Liguria e di altri enti.

Per maggiori informazioni: www.echoart.org