vai al contenuto vai al footer

Acqued8 Festival

Dal 3 al 31 luglio 2016
Genova e alcuni comuni della provincia
Non solo spettacoli, ma anche incontri e passeggiate fra città e campagna, alla scoperta e riscoperta delle periferie, lungo i resti del vecchio acquedotto genovese. Per tutto il mese di luglio, il teatro abbraccia il territorio
Acquedotto Festival , una scena dello spettacolo "Una storia del tubo"

Ideato dal Teatro dell’Ortica, con la direzione artistica di Mirco Bonomi e Mauro Pirovano, il Festival Teatrale dell’Acquedotto, delle Antiche Vie e dei Castelli giunge quest’anno alla sua ottava edizione. Già dal 2014 il Festival ha esteso la sua programmazione ad alcuni comuni della provincia genovese: quest’anno sono coinvolti i comuni di Borgo Fornari, Ronco Scrivia, Sant’Olcese e il quartiere di Cornigliano, con la collaborazione di Società per Cornigliano e Estate a Villa Bombrini.

Proprio nella cornice di Villa Bombrini è iniziata domenica 3 luglio la programmazione, con la produzione di Teatro dell’Ortica “Vari(e)azioni Paganiniane. Paganini, Diavoli, Streghe, «Figge» e «Diné»”, reading teatrale sulla vita del musicista genovese, ideato e interpretato da Mauro Pirovano: lo stesso spettacolo chiuderà la rassegna domenica 31 luglio a Piccarello, frazione di Sant’Olcese.
Venerdì 8 luglio, all’Oratorio dei giardini in Località Sant’Antonino (GENOVA) va in scena un’altra produzione firmata Ortica, “Marco Cambri Story”, spettacolo musicale tra l’intervista e il recital, con Marco Cambri, Mirco Bonomi e il pianoforte di Fabrizio Padoan. Repliche il 13 e il 23 luglio, rispettivamente al Parco Ghersi di Ronco Scrivia e a Villa Bombrini.

Ancora due le produzioni del Teatro dell’Ortica in cartellone: “Cyrano e Cirano”, spettacolo liberamente ispirato al dramma di Rostand (in scena il 22 luglio a Genova e in replica il 24 luglio nel castello di Borgo Fornari) e “Acqua nera, acqua chiara. Una storia del tubo”, recita dedicata ai più piccoli che sarà presentata mercoledì 27 luglio ai Giardini Gilberto Govi.

Tre gli spettacoli portati dalle compagnie ospiti di questa edizione: venerdì 15 luglio “I Carnefici”, di e con Daniele Biacchessi, nel parco della scuola “La Coccinella” (Genova - Prato); il 16 luglio Carlo Denei interpreta “Se c’è pubblico guarisco” in Piazzale Bligny; infine il 20 luglio a sant’Eusebio la compagnia Settimocielo presenta “Radio Maigret. I casi di Monsieur M., radiodramma teatrale immerso nel clima dei romanzi di Simenon. 

Che cosa sono le “stondaiate”? Passeggiate, escursioni lungo i tragitti delle antiche vie liguri alla scoperta del territorio e dell’antico acquedotto genovese, per l’occasione spettacolarizzate dall’attore Mauro Pirovano, accompagnato dalla chitarra di Marco Cambri. Tra gli appuntamenti più attesi, ritornano anche quest’anno racchiuse nel titolo “A Nord della Valbisagno”: quattro camminate, con momenti enogastronomici e ospiti a sorpresa. La prenotazione è obbligatoria per la stondaiata di sabato 9 luglio sul trenino di Casella.

Non ultimi gli incontri, che offriranno lo spunto di discussione su vari temi: quattro in tutto, si terranno presso la sede del Municipio IV Bassa Val Bisagno ogni giovedì a partire dalle 18.

Stondaiate e incontri sono a ingresso libero; per info e prenotazioni: 010.8380120 o segreteria@teatrortica.it. Il programma completo su www.teatrortica.it.