vai al contenuto vai al footer

Resistere e creare

Dal 26 novembre al 6 dicembre 2015
Teatro della Tosse di Genova
Dal 26 novembre al Teatro della Tosse di Genova la prima edizione di Resistere e creare, rassegna di danza internazionale. Con la direzione artistica di Michela Lucenti di Balletto civile. Undici giorni dedicati al linguaggio del corpo
Resistere creare

Parte il 26 novembre  la prima edizione di Resistere e creare, rassegna di danza internazionale del Teatro della Tosse di Genova.
Diretta da Michela Lucenti, è il risultato della sua fruttuosa collaborazione con la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse nella stagione 2014-2015, che ha portato Balletto Civile al Teatro della Tosse.

“Resistere e creare” ha il carattere di Balletto civile: il suo mix di generi, la ricerca di tematiche sociali, la sua identità politica. Sarà una riflessione sul nostro contemporaneo, su ciò che accade oggi nella nostra società e sull’atto creativo, come dice la frase di Stéphane Hessel partigiano e tedesco sopravvissuto a Buchenwald:  “A quelli e quelle che faranno il secolo che inizia, diciamo con affetto: creare è resistere. Resistere è creare”.

Resistere e creare per 11 giorni occuperà tutti gli spazi del teatro: sala Trionfo, sala Campana, sala Agorà-La Claque, foyer e camerini. Avrà carattere fortemente internazionale: le 20 compagnie ospiti provengono da  Belgio, Grecia, Germania, Francia e Italia. Saranno in totale 45 appuntamenti, 4 le prime nazionali, un centinaio gli artisti coinvolti, 2 concerti, 3 laboratori, 2 convegni e una mostra su Pina Baush: “Pina … Salvadora de mi vida”, un omaggio del fotografo Francesco Carbone, tra i suoi collaboratori più stretti.

Ecco alcuni dei titoli:

Pizzeria Anarchia di Balletto Civile (26, 27 e 28 novembre)
Il Grande Rifiuto/Ligna: una possibile storia europea che non ha mai avuto luogo: nel 1914, lo sciopero generale che avrebbe dovuto impedire l’avvio della guerra.

Speak low if you speak love di Wim Vandekeybus (5 e 6 dicembre): in prima nazionale e  unica data italiana per il 2015-2016.

Peso Piuma di Balletto Civile: irriverente azione-invocazione che vede in scena Michela Lucenti accompagnata dalle musiche originali eseguite dal vivo da Luca Andriolo.

In Girum imus nocte (et consumimur igni) (29 novembre): micro narrazioni tra cinema, danza e teatro di Roberto Castello.

Eyes in the colours of the rain, (3 dicembre): dei Rootlessroot compagnia fondata da Jozef Fruzeck e Linda Kapitaneia.

Miss XX di Natalia Vallebona (dal 30 novembre  al 1 dicembre 2015)

Al di là di me? (3 dicembre )di ENZ danzateatro socio poetico.

Histoire d’un art triste (dal 4 al 5 dicembre 2015), con il danzatore franco-magrebino Aziz El Youssoufi un’analisi umoristica della società attraverso il ballo hip hop.

Programma completo di orari e sale sul sito del teatro della tosse: http://www.teatrodellatosse.it/stagionemain.aspx?id=36