vai al contenuto vai al footer

Teatro Stabile di Genova, stagione 2015/16

Ottobre 2015 - Maggio 2016
Genova
Il cartellone del Teatro Stabile, tra modernità e grandi classici. Da Anton Cechov a Bernhard, da Pirandello a Sanguineti a Pasolini a Schnitzler. Con nuove formule per gli abbonamenti e le prenotazioni dei biglietti
Teatro Stabile Genova

Presentato anche all’Expo a Milano, il Cartellone 2015 del Teatro Stabile di Genova ci presenta una stagione come al solito tra tradizione e novità, grandi classici e nuove drammaturgie.
Il direttore Angelo Pastore, lo considera un anno di transizione che guarda al futuro. La stagione presenta tuttavia un totale di 28 spettacoli, dei quali 8 di produzioni del Teatro Stabile di Genova e 20 di ospiti, ciascuno con 118 e 106 repliche, tra il Duse e la Corte.

Meno titoli quindi, ma più recite di propria produzione, che vanno dal repertorio classico, alla drammaturgia contemporanea, come Minetti di Thomas Bernhard (13 ottobre – 1 novembre), per la regia di Marco Sciaccaluga con Eros Pagni; Ivanov di Anton Cechov (20 ottobre – 1 novembre), coprodotto dal Teatro Due di Parma, ma con un cast di attori della Scuola dello Stabile genovese; Le prénom (Cena tra amici) di Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière (21 novemrbe  - 6 dicembre); George Dandin di Molière (24 novembre – 6 dicembre), con Tullio Solenghi e regia di Massimo Mesciulam; Bésame mucho tratto da Edoardo Sanguineti (10 dicembre – 16 dicembre) scritto, diretto e interpretato da Pino Petruzzelli. Interessanti Demoni (1 – 20 marzo 2016) di Lars Nóren, una coproduzione con la normanna Comédie de Caen, Intrigo e amore di Friedrich Schiller (12 aprile –  1 maggio 2016) messo in scena da Marco Sciaccaluga e Macbeth Remix di Edoardo Sanguineti (18 aprile – 8 maggio 2016) a opera di Andrea Liberovici, con Paolo Bonacelli ed Elisabetta Pozzi.

Tra  le produzioni ospiti, il nuovo cartellone presenta opere controverse come Porcile di Pier Paolo Pasolini (2-6 marzo 2016) con regia di Valerio Binasco, Scandalo di Arthur Schnitzler (8 - 13 marzo 2016) regia di Franco Però, Il vizio dell'arte di Alan Bennett (17-21 febbraio) prodotto da  Teatro dell'Elfo, il Beckett rivisto di Branciaroli in Dipartita finale (26-31 gennaio), il dramma femminile di Due donne che ballano di Valeria Cruciani (20-24 gennaio 2016) e il Fassbinder di Antonio Latella, Ti regalo la mia morte, Veronika (12 -17 gennaio 2015) o la straordinaria storia di Sebastiano Vassalli, La chimera, raccontata  dalla narratrice Lucilla Giagnoni (10-14 febbraio 2016).

Tra i grandi classici, Oscar Wilde di Un marito ideale (4 – 8 novembre 2015), L’uomo, la bestia e la virtù di Pirandello (29 dicembre – 3 gennaio), Orestea da Eschilo (19 – 24 gennaio 2015) Otello di Shakespeare (1 – 7 febbraio 2016) e Molière: la recita di Versailles un viaggio nel teatro, nelle opere e nella biografia di Molière, con Paolo Rossi.

Novità anche per gli abbonamenti, nuove formule per le “prime” e le produzioni del Teatro di Genova, abbonamenti speciali dedicati ai giovani, carte a consumo. Sono state ideate nuove formule e meccanismi di acquisto di biglietti e abbonamenti: si potrà prenotare al botteghino oppure online, stampare il biglietto e presentarsi direttamente la sera alla maschera, senza passare in biglietteria.

Il cartellone completo su www.teatrostabilegenova.it