vai al contenuto vai al footer

18° Andersen Festival

Dal 4 al 7 giugno 2015
Sestri Levante (GE)
Torna anche quest’anno la manifestazione che porta fiabe, attori e giocolieri nel borgo della Baia del Silenzio. Più di cento gli appuntamenti per quattro giorni di manifestazione, su un tema importante: la Ricerca della felicità
Andersen Festival 2015

La Ricerca della felicità, questo il tema dell'edizione 2015 dell'Andersen Festival di Sestri Levante.
Come ogni anno, da diciotto a questa parte, la rassegna internazionale dedicata al grande narratore danese arriva a fine primavera a rallegrare i cuori e far sognare un po' tutti, grandi e piccini.

Quest'anno poi il tema è ambizioso. Con quattro giorni di spettacoli, da giovedì 4 a domenica 7 giugno e più di cento appuntamenti, la felicità sarà raggiunta: almeno quella dei più piccoli con le fiabe narrate in piazza, gli spettacoli, gli incontri, il circo contemporaneo e il teatro di strada.

Testimonial 2015 è Ascanio Celestini: straordinario attore e regista dallo stile vulcanico e antiretorico. Per Celestini si tratta di un gradito ritorno nel borgo ligure. Venerdì 5 giugno alle 21.30, per i Racconti della Baia del Silenzio, Celestini presenterà "Storie e contro storie. Racconti d’estate"

Il Festival Andersen mantiene la struttura che ne ha fatto la fortuna in questi ultimi anni: da una parte "I Racconti della Baia del Silenzio", di fronte al mare, dall'altra, un vero e proprio circo, che si terrà in strada. Completano il calendario i laboratori per bambini, in programma al Convento dell'Annunziata.

I Racconti della Baia del Silenzio si aprono con Sabina Guzzanti, venerdì 5 giugno alle 19.30, con un racconto-incontro in cui l'attrice e regista de "La trattativa" racconterà della felicità di fare comicità, un dialogo “sospeso” tra acqua, mare e terra, indagando su cosa possiamo fare per essere felici, anche a livello etico.

Alle 19 sarà Rocco Tanica, musicista, autore e compositore del gruppo Elio e Le Storie Tese, a intrattenere il pubblico della Baia. A seguire Giobbe Covatta alle 21.30, con una reinvenzione de "La Divina Commedia" in formato bambino, una Commediola dedicata ai diritti dell’infanzia di cui Giobbe è infaticabile promotore, impegnato com’è a favore di AMREF e Save the Children.

La sera di domenica 7 giugno si apre con Ambra Angiolini, ora attrice di teatro e di cinema, che narrerà sul tema del Potere alle Favole, a partire da un cortometraggio curato con Max Croci per la campagna nazionale Nati per Leggere.

Spazio quindi alla memoria e al dialogo, con Medici Senza Frontiere ed Enver Hadžiomerspahić, direttore del progetto Ars Aevi di Sarajevo, nell'anniversario del conflitto dei Balcani. Nello stesso pomeriggio ci sarà l’anteprima di tre cortometraggi a disegni animati sul tema della pace, realizzati nell’ambito del progetto "Draw not war" da studenti provenienti da Israele, Palestina, Irlanda del Nord (cattolici e protestanti) e da Sarajevo (serbi-ortodossi, croati-cattolici, bosniaci-musulmani), ideati e prodotti assieme a coetanei di scuole italiane e diretti dal regista Matteo Valenti.

La chiusura dell Festival è affidata a un grande concerto, evento unico per Andersen Festival: Niccolò Fabi e lo stile di Gnu Quartet si esibiranno dal suggestivo palco sull’acqua domenica 7 giugno alle 21.30.

La premiazione del concorso di fiabe H.C. Andersen Baia delle Favole si terrà sabato alle 10 nella piazza del Comune: sono più di 700 le fiabe giunte quest'anno con i temi più diversi, ambiente, integrazione, rapporti genitori-figli e con i protagonisti più strani, dai maghi ai ragni alle fate.

Il programma completo su www.andersenfestival.it