vai al contenuto vai al footer

Il XX secolo di August Sander

Dall'11 aprile al 23 agosto 2015
Sottoporticato, Palazzo Ducale (GE)
Persone e paesaggi, dettagli e volti che raccontano cento anni rapidi e devastanti. A Palazzo Ducale la mostra dedicata al grande fotografo tedesco che con i suoi scatti ha raccontato i momenti più significativi del secolo breve
Segretaria presso la Radio della Germania Occidentale a Colonia, 1931

Fino al 23 agosto negli spazi del Sottoporticato di Palazzo Ducale è visitabile la mostra August Sander - Ritratto del XX secolo, retrospettiva dedicata al grande fotografo tedesco, testimone dei grandi eventi che sconvolsero il mondo nella prima metà del secolo scorso. Ben 132 scatti suddivisi in diverse sezioni, con al centro la sua serie più nota, quella dedicata agli Uomini del XX secolo.

Immagini di uomini e donne, ritratti di soggetti appartenenti a tutte le classi sociali, immortalati nella vita quotidiana, persone che indossano gli abiti di tutti i giorni e sono impegnati nelle loro attività ordinarie. Immagini che riflettono un'epoca di grandi cambiamenti, di immense tragedie, immagini di uomini e donne comuni, inghiottiti dal tempo ma che in questi scatti diventano emblemi, archetipi di un ruolo, di un momento, di una fase della Storia. Paradigmatico il notissimo ritratto di un soldato, immagine riassuntiva di un mondo, di un'epoca, di una generazione sconquassata dal Nazismo, dalla guerra, dalla follia.

Non si tratta di "ritratti somiglianti, in cui si possa riconoscere con facilità e certezza un individuo determinato, ma di ritratti che suggeriscono intere storie", scriveva al riguardo Alfred Döblin, scrittore contemporaneo di Sander, che visse gli stessi terribili anni, tra nazifascismo e persecuzioni.

La mostra propone anche alcuni lavori dedicati a Studi sull'uomo: dettagli di mani, particolari, angolazioni e prospettive, che a loro volta raccontano storie che sono particolari, ma anche universali. Ma c'è spazio anche per gli scatti paesaggistici di Sander, come quelli fatti in Sardegna - visitata dal fotografo nel 1927 - in cui spiccano i magnifici panorami e, integrati in essi, gli abitanti, i monumenti, la realtà di ogni giorno.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19, il lunedì dalle 14 alle 19. Il costo del biglietto è 8 euro, 6 il ridotto.