vai al contenuto vai al footer

Festival in una notte d'estate - percorsi e trasformazioni

Dal 10 luglio al 17 agosto 2014
Genova e levante ligure
Diciassettesima edizione del festival organizzato da Lunaria Teatro. I percorsi e le trasformazioni al centro di rappresentazioni teatrali, incontri, performance musicali e danza, nel centro storico di Genova e non solo
Pinocchio, una fiaba sonora

A un anno dalla maggiore età il festival "In una notte d'estate - percorsi e trasformazioni" si presenta con una diciassettesima edizione ricca di appuntamenti, teatrali e non solo, ospitati nella tradizionale sede di piazza San Matteo e in altre suggestive location: la terrazza del collegio degli Emiliani di Nervi, il giardino di Villa Rocca a Chiavari e le splendide cornici offerte delle Cinque Terre, con spettacoli in programma a Vernazza, Corniglia e Monterosso.

Sono i percorsi e le trasformazioni il filo conduttore del festival 2014, in linea con quella che da sempre è la cifra identificativa dell'esperienza di Lunaria teatro, la contaminazione, il tentativo di non realizzare opere legate a un genere preciso, ma che percorrono le classificazioni in modo trasversale.

E dunque spazio a un ventaglio di generi, anche all'interno dello stesso spettacolo, dal teatro, con le produzioni di Lunaria Teatro e delle compagnie ospiti, alla musica d'autore, dal cabaret alla danza.

Tanti gli appuntamenti "made in Lunaria". Andrea Benfante rivisita la storia del burattino di Collodi in Pinocchio, una fiaba sonora e poi, insieme ad Arianna Comes, porta in scena Storia di un cantastorie: Cereghino detto Scialín: le vicende della famiglia Cereghino, che, originaria della Fontanabuona, a metà dell’800 ebbe un ruolo importante nella diffusione delle ballate popolari e nella propagazione del credo valdese nelle nostre terre. Lo spettacolo è accompagnato da una cena a tema nella suggestiva location del chiostro di San Matteo.

Di diverso tenore un altro degli spettacoli prodotti da Lunaria, Varietà, varietà! Ma cos’è questa crisi!, un percorso attraverso autori, testi e grandi personaggi che hanno segnato la cultura e il costume italiano, tra risate e amare verità. Anche in questo caso lo spettacolo è accompagnato da una cena nel chiostro.

Ricca l’offerta delle produzioni ospiti con La moglie di Socrate e il marito di Santippe, con Adriana Innocenti e Piero Nuti, per la drammaturgia di Luigi Lunari e l'atteso ritorno del Teatro della Caduta con Leopardi Shock. Storia intima del nostro tempo, di e con Lorena Senestro.
Tutto da ridere Pallonate, spettacolo di cabaret scritto e diretto da Ficarra e Picone e portato in scena dal giovane talento comico Salvo Piparo, siciliano come loro.

Tanti gli appuntamenti con la musica d'autore. Da non perdere il concerto della compositrice e cantante siciliana Etta Scollo e i virtuosismi alla chitarra di Michela Centanaro e il suo ensemble, che eseguono gli indimenticabili brani di De André tratti da “L’Antologia di Spoon River”, accompagnati dagli attori di Lunaria che si alternano in pezzi di prosa ispirati proprio ai personaggi del romanzo di Edgar Lee Masters.

Sul sagrato di San Matteo tanta e di qualità anche la danza, con il doppio appuntamento con la Atzewi Dance Company, che propone coreografie ispirate alla “Carmen” di Bizet e a “Le quattro stagioni” di Vivaldi,  con gli Atterraggi di Fortuna della compagnia genovese 8elementi e con il Tango Estemporaneo dell’Accademia Pakytango.

Il programma principale del festival si chiude il 9 agosto con la Maledetta crisi di mezza età, della compagnia cagliaritana La Fabbrica Illuminata per proseguire fino a domenica 17 nelle location del levante ligure.

Numerose, come sempre, anche le iniziative collaterali: dagli incontri aperitivo a i Dialoghi semiseri intorno all’uomo a cura della Compagnia dell’Orsa, dalla visita  guidata al cimitero di Staglieno che accompagna lo spettacolo Una donna ideale, ovvero Mrs Constance Wilde, moglie di Oscar sepolta nel cimitero genovese allo stage di danza contemporanea del coreografo Alex Atzewi nella palestra del Collegio degli Emiliani di Nervi.

Informazioni

Gli spettacoli vengono ospitati nella storica sede di piazza San Matteo a Genova, nel collegio degli Emiliani di Nervi, a Villa Rocca a Chiavari, a Vernazza, Corniglia e Monterosso

Note

Il programma completo del festival è consultabile sul sito www.lunariateatro.it