vai al contenuto vai al footer

Frida Kahlo e Diego Rivera

Dal 20 settembre 2014 al 8 febbraio 2015
Appartamento del Doge, Palazzo Ducale - Genova
Il racconto autobiografico di una vita tormentata e di un amore burrascoso, nei dipinti dell’artista messicana Frida Kahlo e del marito Diego Rivera. Pitture astratte che esprimono l’avanguardia artistica e l’esuberanza culturale del loro tempo
La sposa che si spaventa vedendo la vita aperta, 1943

Dopo la grande mostra allestita alle Scuderie del Quirinale di Roma, le opere di Frida Kahlo (1907-1954) arrivano a Genova. L'artista messicana, simbolo dell'arte e della cultura esuberante del suo paese, saranno protagoniste a Palazzo Ducale, Appartamento del Doge, dal 20 settembre al 8 febbraio.

La mostra genovese, intitolata “Frida Kahlo e Diego Rivera”, analizza la vita privata di Frida e il suo rapporto con il marito Diego Rivera, anch’egli pittore, per mostrare al pubblico il rapporto amoroso che lascerà enormi tracce nella produzione artistica della messicana.

L’esposizione, organizzata da Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Mondo Mostre e Skira, è curata da Helga Prignitz-Poda, e da Christina Kahlo e Juan Coronel Rivera, rispettivamente pronipote di Frida e nipote di Diego.

Una produzione artistica, quella di Frida, che rispecchia molte vicende della sua vita, compresi i momenti duri legati ai suoi gravi problemi di salute. Un’arte astratta che racconta anche la storia del suo amato popolo, e le trasformazioni sociali che lo condussero alla Rivoluzione messicana del 1910, conclusasi una decina di anni dopo.

È il 1922 quando Frida, a Città del Messico, inizia a frequentare la Escuela Nacional Preparatoria, dove ha modo di osservare il lavoro artistico di colui che poi sarà suo marito. Tre anni dopo, rimarrà vittima di un grave incidente e nel periodo della convalescenza inizia a dipingere. In quel momento nasce l’artista Frida Kahlo.
Nel 1929 la donna sposa Diego Rivera. La loro relazione tormentata, definita “unione di un elefante con una colomba” sarà per Frida la più grande ispirazione artistica.

La mostra a Palazzo Ducale ospiterà diversi dipinti a olio su masonite e alluminio, di cui molti sono autoritratti della stessa Frida. Di Diego Rivera saranno visibili alcuni dipinti. In particolare grande attesa è rivolta al ritratto della moglie nuda, che l’uomo ha dipinto nel 1930, e che non mai stato esposto prima.