vai al contenuto vai al footer

Stagione del teatro Govi

Dal 7 ottobre al 27 maggio 2018
Genova Rivarolo
Dialetto ligure, cabaret, prosa, danza, concerti, musical e spettacoli per i più piccoli. Un programma variegato per la nuova stagione del teatro Govi. Dal 7 ottobre al 27 maggio 2018
Stagione del teatro Govi

Anche al teatro Govi gli opposti si attraggono. Nonostante l’inizio stagione a ritmo rock progressive con La locanda delle Fate, la Compagnia Stabile del Teatro Rina e Gilberto Govi rimane legato alle sue origini dialettali .

Il dialetto ligure sarà portato sul palco anche domenica 19 novembre dalla nuova compagnia dell’Allegria sotto la regia di Gilberto Lanzarotti in Cosa succede a Grittafrita? La storia si svolge nell’unica osteria del piccolo e povero borgo di pescatori di Grittafrita dove due strambi personaggi insospettiscono i proprietari: il vecchio marinaio Gioxe Pappafigo che porta sempre al collo una borsa ma non vuole far sapere cosa contiene e il Dr. Ernesto Puillola all’apparenza quasi folle, ma dai risvolti sorprendenti. Ancora dialetto ligure in Ratelle e Sciarbelle della compagnia Stabile Regione Ligure con la regia di Carla Lauro (domenica 28 gennaio) in cui la fiera vedova Dovilia convive con Adamo per mera convenienza e deve fare i conti con la piacente dirimpettaia Eva. Un’altra coppia di coniugi sono i protagonisti di Fanni e desfa di A. Risso e C. Oneto interpretata dalla compagnia Teatral Nervi domenica 22 aprile. Erminia e Vittorio Battaglia, maturi e responsabili, cadono vittima del “bicchiere di troppo” scatenando una serie di avvenimenti strampalati nella loro vita fin ad allora piatta e tranquilla.

L’abbiamo detto, le tradizioni per il teatro Govi sono importanti. Ed è per questo che il 22 e il 23 dicembre, celebra il natale con due concerti a tema: venerdì 22 si esibirà la banda musicale cittadina, mentre il giorno seguente ci sarà il coro di Montebianco. Capodanno con il botto per chi decide di salutare il 2017 in compagnia di Paolo Drag, Edo Quistelli e Christian Venzano in Attenti a quei tre… l’avanspettacolo per te… per una serata all’insegna del divertimento. Tante risate previste anche nella serata di sabato 13 gennaio. Per la IV rassegna “Comichiamo bene” I Pirati dei Caruggi portano in scena Cazza la Randa. Enrique Balbontin, Alessandro Bianchi, Fabrizio Casalino e Andrea Ceccon si alternano sul palcoscenico dando vita ad un intreccio di monologhi. Gag, canzoni e personaggi.

Sempre per la rassegna “Comichiamo bene” da venerdì 23 a domenica 25 febbraio sotto la regia di Edoardo Quistelli andrà in scena Viva la Bai con oltre un secolo di satira e storia genovese; sabato 21 aprile Chi ha rapito Chiquito e Paquito, l’incontro spettacolo con Massimo Olcese e Adolfo Margiotta e sabato 26 maggio Per il momento, grazie! di Andrea Bottesini, uno spettacolo basato sull’alternarsi di quattro quadri comici, uno più impegnato, due poesie e sei brani musicali.

Spostandosi alla prosa questa stagione sarà dedicata alla VII rassegna Mario Alessandri che presenta venerdì 3 novembre La cena dei cretini della compagnia Artemis Levante che impersonano l’idraulico Andrea, l’albergatore Marco, il cuoco Alfredo, il bottegaio Guido, la commessa Arianna e i magazziniere Mario (regia di Francesca Mevilli); Chez moi mes chers della compagnia del Salmone sotto la regia di Fabrizio Gambineri che porterà sul palco sinistri venditori ambulanti di negatività, difetti e vizi; La leggenda del pianista dell’oceano (venerdì 19 gennaio), il monologo di Igor Chierici accompagnato dal trio Jazz sotto la regia di Luca Cicolella. La Compagnia Stabile del Teatro Govi porta in scena sabato 14 e domenica 15 aprile Come si rapina una banca con la regia di Claudio De Martino e L’importanza di chiamarsi Ernesto sabato 5 e domenica 6 maggio con la regia di Ivaldo Castellani.  

Momenti dedicati anche ai più giovani, dalla lunga treccia di Raperonzolo (sabato 28 ottobre) alle briciole di Pollicino (sabato 9 dicembre), dallo Sconcerto d’Amore di Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani (venerdì 29 dicembre) alle avventure di Mowgli del Libro della Giungla di Salvioli Burattini (sabato 17 febbraio).

Informazioni

Ma le sorprese per gli amanti delle favole non finiscono qui. Domenica 5 novembre la compagnia Sulle ali della fantasia porterà sul palco La magia di un sogno tratto da La bella addormentata del bosco sotto la regia di Armando Levezzo, mentre sabato 25, domenica 26 novembre e domenica 10 dicembre sarà la volta de La sirenetta interpretata dalla compagnia Yea Wea (regia di Antonio di Lisio).

La musica è la protagonista, insieme a ironia e sentimento, anche della serata di venerdì 20 ottobre quando sarà rappresentata La valigia dei ricordi de Le Canzoni da Marciapiede. Lo spettacolo porta sul palco la storia di una famiglia canterina alle prese con una vecchia valigia piena di ricordi tutti musicali e una piccola monella armata di violino che renderà vano ogni tentativo di rappresentazione “serio”.

Spettacoli interessanti anche per gli appassionati di danza orientale: Tribal Power (sabato 21 ottobre), Meteore della compagnia Shams (venerdì 1 dicembre), La porta magica (domenica 18 febbraio) e Dalida Forever (domenica 8 aprile) entrambi dell’Associazione Jalilah.

Per il programma completo http://www.teatrogovi.com