vai al contenuto vai al footer

Paesaggi di Carta

Vedute, disegni e Xilografie aprono sul passato dell’Alta Valle Scrivia. Al Museo Archeologico Alta Valle Scrivia dal 26 gennaio al 18 maggio 2019
Paesaggi di Carta

Nel corso del tempo, l’evoluzione della società ha inciso profondamente sul territorio interno della Liguria, fra cui parte della Valle Scrivia. Le aeree agricole, un tempo dedicate al pascolo o a terrazzamenti, si sono dissolte lentamente lasciando spazio al bosco, sancendo la fine delle tradizioni agro-pastorali. Allo stesso tempo, lo sviluppo delle industrie e delle relative infrastrutture, hanno modificato la morfologia del territorio.

La mostra Paesaggi di Carta- Iconografia e Cartografia di Isola del Cantone e dell’Alta Valle Scrivia ospitata all’interno del Museo Archeologico Alta Valle Scrivia dal 26 gennaio al 18 maggio 2019, si propone di esplorare la cartografia storica e il vedutismo di artisti professionisti e non, per poter ricostruire la passata bellezza dei paesaggi oggi oscurati.

Il percorso artistico presenta opere originali e riproduzioni, realizzate da vedutisti ottocenteschi tra i quali, gli acquerelli dell’artista inglese Elizabeth Fanshawe, gli schizzi a matita di Clemente Rovere e di Domenico Cambiaso, le incisioni di Carlo Bossoli, le xilografie tratte da grandi riviste ottocentesche francesi e le cartografie realizzate da genovesi come il Colonnello Matteo Vinzoni. Fra le opere esposte, sarà presente una delle rappresentazioni più antiche di Isola del Cantone risalente al XVII secolo.

L’esposizione è promossa dal Museo Archeologico Alta Valle Scrivia insieme al Centro Culturale di Isola del Cantone, con la collaborazione dell’Università di Nottingham e della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria, delle Belle Arti per la Città Metropolitana di Genova e Province.

 Paesaggi di Carta sarà un’ottima occasione per parlare del territorio, delle sue bellezze e ricchezze naturali, tradizioni e prodotti che rendono uniche queste valli. Lo scopo principale è quello di valorizzare i territori dell’Alta Valle Scrivia, con uno sguardo rivolto alla storia dei luoghi e ai mutamenti da essi subiti nel corso del tempo.

Durante il periodo di apertura(ogni domenica dalle 15 alle 18 e su prenotazione) la mostra sarà arricchita di eventi secondari che permetteranno ai visitatori di approfondire  i temi della storia, della natura e dell’economia locale. Il prezzo del biglietto sarà di 3 euro.

Info: http://www.museoarcheologicoaltavallescrivia.it/eventi.html