vai al contenuto vai al footer

I Notturni en plein air

Cinque pianisti e cinque notti d’estate per cinque concerti a ingresso gratuito nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale. A Genova dal 21 luglio al 15 agosto 2016
I Notturni en plein air

Tornano ad allietare le serate estive genovesi con ottima musica “I Notturni en plein air”, un ciclo di cinque concerti all’aria aperta offerti alla città grazie all’iniziativa nata dalla collaborazione tra palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e la Giovine Orchestra Genovese.

Il tema della notte è stato al centro dell’attenzione di molti compositori già a partire dal XVIII secolo. Nell’Ottocento poi, anche in virtù delle suggestioni letterarie, il notturno trova una nuova radice inventiva, derivata dal bel canto e dalla vocalità operistica. Tenendo presente il gusto italiano il compositore e pianista irlandese John Field diede forma nel 1814 al primo notturno pianistico, concepito come un brano lirico di gusto sentimentale, basato su una melodia accompagnata da semplici accordi arpeggiati. Tale pianismo di Field, delicato e dalle mezze tinte, ebbe enorme successo e il giovane Chopin, affascinato da questo modo di esprimersi sulla tastiera, scrisse nel 1827 il suo primo notturno, cui ne seguirono altri venti, accolti con crescente favore dal pubblico. Intorno al concetto di notturno sono state create molte composizioni romantiche e tardoromantiche ispirate alla luce, ai riflessi luminosi, ai giochi sull’acqua, ai chiarori della luna.

In questo ciclo di concerti, che si terranno nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, viene proposto il confronto tra notturni veri e propri e opere che elaborano i sentimenti legati alla notte e alla luce con sempre maggior libertà formale.

Il programma completo delle serate, che a partire dalle ore 22 si susseguiranno tra il 21 luglio e il 15 agosto, è disponibile in allegato.