vai al contenuto vai al footer

Omaggio a Camillo Sbarbaro

Martedì 31 ottobre 2017, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, un evento per ricordare Camillo Barbaro a cinquant’anni dalla sua scomparsa.
Omaggio a Camillo Sbarbaro. Poeta, scrittore e scienziato

Martedì 31 ottobre alle 17 nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, in piazza De Ferrari a Genova, si svolgerà “Omaggio a Camillo Sbarbaro. Poeta, scrittore e scienziato” evento organizzato dalla Regione Liguria in collaborazione con la Fondazione Mario Novaro per ricordare Camillo Sbarbaro a cinquant’anni dalla sua scomparsa.

Interverrà Davide Puccini, filologo e poeta, mentre la lettura delle poesie di Sbarbaro sarà a cura di Massimo Sannelli.

Nato a Santa Margherita Ligure nel 1888 e scomparso a Savona nel 1967, Sbarbaro è stato uno dei poeti più importanti del novecento ligure e italiano.

Una vita ritirata quella di Sbarbaro, sapientemente lontana dai riflettori e provvisoria, come ebbe lui stesso a definirla, trascorsa tra Varazze, Savona e Genova, dove, negli anni ’20, venne in contatto con molti degli intellettuali del periodo, dai pittori Oscar e Fausto Saccorotti a con Eugenio Montale, primo recensore della prima raccoltaTrucioli”.

Se fu lontano dagli eventi mondani, Sbarbaro fu attivissimo negli studi scientifici: fu collezionista ed esperto catalogatore di Licheni, di cui descrisse 127 nuove specie, molte delle quali portano il suo nome.
La dimensione intima e diaristica della sua poesia, rappresenta una modernità assoluta nel primo Novecento, lontana dall’orfismo dannunziano ma anche dai Crepuscolari.

A Sbarbaro la Fondazione Novaro ha dedicato il Quaderno monografico n. 84 de «La Riviera Ligure», che raccoglie molte delle testimonianze della vita di Sbarbaro, e il video Camillo Sbarbaro: poesia e natura, diretto da Ugo Nuzzo, che lo descrive alle prese con la scrittura e con l’osservazione della natura.