vai al contenuto vai al footer

Poetry and Pottery

Al CAMeC della Spezia un progetto senza precedenti in Italia: fino al 29 aprile 2018 è visitabile la mostra Poetry e Pottery, raccolta di produzione di poesia visiva su ceramica
Poetry and Pottery

Un’inedita avventura fra ceramica e poesia visiva, quella della mostra Poetry e Pottery. Porte aperte al CAMeC, Centro di Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, fino al 29 aprile 2018 per i maggiori interpreti di poesia visiva su ceramica.

Nell’ambito della poesia visiva, quello su ceramica è l’universo meno esplorato, con soltanto poche centinaia di esemplari al mondo; non a caso, Poetry e Pottery è la prima mostra italiana del genere, e si configura come progetto espositivo di ricerca. Il CAMeC ospita la produzione artistica di circa trenta poeti verbovisuali fra i più famosi al mondo, da Sarenco a Giovanni Fontana, da Alain Arias Mission a Julien Blaine; un posto di rilievo nella loro Liguria anche per gli artisti genovesi Luigi Tola e Rodolfo Vitone.

Sono molte le tematiche affrontate dalla mostra, che mette in campo poesia concreta, poesia visiva italiana e internazionale e scrittura visuale. Con il contributo di collezionisti, artisti di poesia visiva e maestri ceramisti, viene ripresa la completa storia della visual poetry su supporto ceramico fino all’anno 2000. L’esposizione è corredata, inoltre, da un catalogo scientifico, che ospita anche la serie Azulejos, opera di Sarenco del 2004 ispirata agli omonimi ornamenti architettonici tipici di Spagna e Portogallo, nonché alcune opere più recenti di artisti affini alla poesia visiva.

Per saperne di più: http://camec.museilaspezia.it/Mostre/in_corso.html