vai al contenuto vai al footer

Piano Triennale di valorizzazione culturale 2011-2013

approvato con deliberazione del Consiglio Regionale n. 17 del 12.07.2011. Il "Testo unico in materia di cultura" L.R.33/2006, che disciplina le attività e i beni culturali, ha riordinato, in modo organico, il sistema legislativo culturale della Regione Liguria approvando il Piano triennale previsto dal sopra citato Testo unico. Con tale piano triennale la Regione Liguria ha riconosciuto a Province e Comuni ruoli attivi di programmazione e attuazione, in quanto il soddisfacimento di necessità culturali è funzione principale degli enti locali, più vicini alle esigenze del territorio e della cittadinanza.
La costruzione del sistema cultura pertanto compete a Comuni e Province attraverso l'esercizio delle funzioni a ciascuno attribuite ai sensi della legislazione nazionale e regionale e secondo indirizzi e direttive impartite dalla Regione, che svolge da regia e motore degli interventi locali. Il Piano triennale, tra l'altro, individua:

  1. le priorità di intervento della programmazione regionale
  2. le linee di indirizzo per l'elaborazione dei Programmi annuali provinciali; i criteri di riparto delle risorse regionali in capo a ciascuna Provincia
  3. i criteri relativi alla concessione dei contributi regionali

L'articolo 17 della legge regionale 2/2014 proroga il Piano triennale di valorizzazione culturale 2011-2013 fino all’adozione - da parte del Consiglio regionale, Assemblea legislativa della Liguria - della prossima programmazione che assumerà, però, cadenza pluriennale, come stabilito all'articolo 13 della norma citata. La Giunta regionale, infatti, presenterà al Consiglio all'inizio di ogni legislatura, entro sei mesi dal proprio insediamento, il Piano Pluriennale che definirà gli obiettivi strategici e le politiche da realizzare nella legislatura, indicando le priorità di intervento.