vai al contenuto vai al footer

Istituzioni di interesse regionale

Il riconoscimento della qualifica di Istituzione di interesse regionale è disposto con deliberazione del Consiglio regionale, su proposta della Giunta regionale e previo parere del Comitato Tecnico Scientifico Regionale per le attività culturali, ai sensi di quanto disposto dal comma 2 dell'articolo 7 della legge regionale 33/2006 (Testo unico in materia di cultura)

Ottenuto tale riconoscimento, le Istituzioni di interesse regionale vengono iscritte nell'apposito Registro e possono, escluse quelle che siano enti strumentali o dipendenti di enti pubblici o organismi di diritto pubblico, richiedere contributi annuali o pluriennali previsti dall'articolo 7, comma 5, della l.r. 33/2006 entro il 31 marzo di ogni anno.

Possono ottenere il riconoscimento della qualifica di Istituzione di interesse regionale i soggetti:

  1. in possesso di Statuto che garantisca la professionalità e la responsabilità della direzione scientifica o artistica, la trasparenza del metodo di formazione dei programmi di attività e delle fonti di finanziamento;
  2. che abbiano una gestione ispirata a criteri di buona amministrazione desumibile dal bilancio;
  3. che svolgano, da almeno tre anni, attività documentata e fruibile di elevato interesse culturale, particolarmente qualificata nella ricerca e documentazione, conservazione e valorizzazione dei beni culturali o nella ricerca e documentazione, produzione e divulgazione della cultura umanistica, scientifica e artistica;
  4. che svolgano l'attività di cui alla lettera c) con elevato grado di qualificazione del prodotto culturale offerto, anche in relazione alla programmazione definita nel Piano triennale regionale di valorizzazione culturale;
  5. in possesso delle attrezzature e personale idonei allo svolgimento dell'attività di cui alla lettera c).

Per richiedere il riconoscimento, i soggetti interessati devono proporre formale istanza al Presidente della Giunta regionale allegando la documentazione descritta nell'allegato A alla deliberazione della Giunta regionale n. 741/2009, pubblicato nella sezione Documenti allegati. Con le medesime modalità, anche gli enti locali hanno la facoltà di proporre alla Giunta regionale soggetti in possesso dei requisiti di legge ai fini della loro iscrizione nel Registro.

Attualmente le Istituzioni di interesse regionale riconosciute ed iscritte al Registro sono nove:

  • Accademia Ligure di Scienze e Lettere
  • Accademia Ligustica di Belle Arti
  • Accademia Lunigianese di Scienze "Giovanni Capellini" ONLUS
  • Fondazione Civico Museo Biblioteca dell'Attore del Teatro Stabile di Genova
  • Istituto Internazionale di Studi Liguri ONLUS
  • Società Ligure di Storia Patria ONLUS
  • Fondazione Casa America
  • Mu.Ma - Musei del Mare e della Navigazione
  • Istituto Internazionale di Diritto Umanitario

La cancellazione dal Registro può avere luogo su domanda, oppure d'ufficio, qualora venga revocato il riconoscimento della qualifica di Istituzione di interesse regionale a seguito dell'accertata perdita di anche uno solo dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti per legge oppure per la reiterata impossibilità a verificare la loro persistenza. Come per il riconoscimento, anche la revoca è disposta con deliberazione del Consiglio regionale, su proposta della Giunta e previo parere del Comitato tecnico.