vai al contenuto vai al footer

Salone Internazionale del Libro di Torino 2011

In occasione del 150° anniversario dell'Unità nazionale, è stato allestito a Torino, presso il Salone internazionale del Libro, il Padiglione Italia che, per la prima volta, ha riunito all'interno dell'Oval (la grande struttura nata per i Giochi olimpici invernali di Torino 2006 e poi inclusa nel polo espositivo del Lingotto) gli stands delle Regioni italiane, tra cui, ovviamente, la Liguria

La Regione Liguria ha dedicato lo spazio che le è stato offerto alla divulgazione della produzione editoriale delle Istituzioni, alla diffusione del lavoro degli editori liguri e alla promozione dei molti soggetti che animano la vita culturale sul territorio.
Insieme alle pubblicazioni realizzate o sostenute da Regione, Province, Comuni, Enti parco - fra le quali cataloghi di mostre, manuali di eno-gastronomia, sguardi sulle produzioni artigianali, sulle tradizioni popolari, sul paesaggio, sul dialetto - sono stati esposti e resi consultabili i volumi che gli editori liguri hanno selezionato, tra i propri cataloghi, sul tema "terra": dai romanzi ambientati nell'entroterra, alle guide escursionistiche sull'Alta Via e oltre, agli approfondimenti sulla storia locale, anche quella di piccoli centri sorprendentemente significativi, alla documentazione fotografica dei borghi più suggestivi.
Inoltre sono stati ricordati e valorizzati, anche attraverso un contributo video che ne ha riproposto in sequenza immagini e momenti significativi, alcuni fra i principali eventi regionali, anche di rilievo nazionale o internazionale, che si svolgono intorno al libro: premi letterari e di poesia (Andersen, Sestri Levante; Chatwin - Camminando per il mondo; Frontiere Biamonti; Lerici Pea; Rapallo Carige - Premio per la donna scrittrice; Un autore per l'Europa, Alassio), festival (Doppio giallo, Moneglia; Festival della letteratura del Crimine - Crime&Drama, Genova; Festival della letteratura del mare, Lerici; Festival internazionale di Poesia, Genova) e un'iniziativa particolare come la Rassegna Libri di Liguria che ogni anno a Peagna di Ceriale raccoglie ed espone tutto il materiale edito in e sulla Liguria.
Grazie alla collaborazione degli organizzatori, le diverse manifestazioni hanno partecipato al Salone per animare lo spazio regionale ed offrire l'opportunità di incontrare alcuni fra i protagonisti delle edizioni più recenti.

Le attività presso lo spazio Regione Liguria sono state inaugurate da Andrea Bocconi, finalista al Premio Chatwin, che ha presentato il suo India formato famiglia con Luciana Damiano, anima del Premio e Stefano Faravelli, che ha illustrato il volume: insieme hanno evocato le magiche atmosfere indiane deliziosamente colte dalla sensibilità dei giovani figli dell'autore.

Il Festival Doppio Giallo di Moneglia ha offerto ai numerosi estimatori giunti all'affollato stand ligure l'anteprima del nuovo lavoro di Valerio Varesi E' solo l'inizio, commissario Soneri, ambientato nella Riviera di Levante. Varesi, incalzato da Giovanni Basso, ha raccontato la genesi della nuova avventura del ruvido commissario, interpretato da Luca Barbareschi nella serie televisiva Nebbie e delitti.

Interessante e vivace è risultata la presentazione della rassegna Libri di Liguria, accoratamente curata dall'Associazione Amici di Peagna di Ceriale, che ha delegato Gian Carlo e Ferdinanda Ascoli, da tempo autorevoli animatori dell'iniziativa, a rappresentare al pubblico del Salone i contenuti e la storia delle ventinove edizioni già realizzate.

Claudio Pozzani ha efficacemente comunicato lo spirito del Festival internazionale di Poesia di Genova, proponendo, oltre ad una breve ma appassionata sintesi sulle motivazioni che hanno permesso alla manifestazione di raggiungere la diciassettesima edizione, una suggestiva lettura di brani poetici.

Marina Petrillo, responsabile artistico del Premio H.C. Andersen e Andersen Festival di Sestri Levante, ha presentato Matteo Razzini, vincitore della quarantatreesima edizione con la fiaba Esco così mi perdo, che ha letteralmente incantato anche chi, transitando solo casualmente nei pressi dello stand, si è imbattuto, grande o piccino, in un'arte fantasiosa ma non semplice, narrata con mestiere sapiente ma anche trasparente nel rivelare la profondità di un animo positivo e ricco di preziose doti umane.

La partecipazione al Salone ha fornito l'occasione per presentare gli atti del convegno Problemi e diffusione del libro ligure sul territorio che si è svolto a Genova nell'ottobre del 2010 a cura della Consulta ligure delle associazioni per la cultura, le arti, le tradizioni e la difesa dell'ambiente e con il sostegno della Regione Liguria; Elmo Bazzano, presidente della Consulta, ha efficacemente illustrato presupposti, sviluppi e conclusioni sui temi affrontati nel corso del convegno.

L'ultimo intervento, riservato a Renato Di Lorenzo per il Festival della letteratura del crimine - Crime & Drama, altra ormai storica manifestazione genovese, ha specificamente raccontato Il Giallastro, una delle numerose attività collaterali al Festival, specificamente rivolta ai ragazzi delle scuole chiamati a cimentarsi con la costruzione di racconti gialli, il migliore dei quali è premiato con la pubblicazione.

Un'esperienza complessivamente positiva per la Regione Liguria che, per la prima volta, ha preso parte ad un'iniziativa tanto importante nel panorama nazionale, cogliendo dinamicamente un'occasione per far conoscere il proprio territorio ma anche le numerose attività culturali che, come bellissimi fiori faticosamente cresciuti su un ruvido muro di fascia, rappresentano un impagabile ornamento, metaforica espressione della ferrea ligustica tenacia.