vai al contenuto vai al footer

Regione Liguria a sostegno dello spettacolo

Data apertura: 07 novembre 2012
Data chiusura: 27 novembre 2012
Approvati tre bandi per il sostegno alle iniziative di spettacoli dal vivo in Liguria. Il termine per la presentazione delle domande è martedì 27 novembre 2012

Su proposta dell'assessore al turismo, cultura e spettacolo Angelo Berlangieri, venerdì 26 ottobre la Giunta regionale ha approvato tre bandi diretti a sostenere e favorire l'attività dello spettacolo dal vivo in Liguria, secondo quando prescritto dal "Piano triennale di promozione dello spettacolo dal vivo 2012-2014", approvato con Deliberazione del Consiglio regionale del 29 febbraio 2012, n.5.

Il primo bando, approvato con Dgr n. 1275, è finalizzato alla concessione di contributi a soggetti pubblici e privati per la promozione di iniziative di spettacolo di interesse regionale già svolte o da svolgersi nel 2012. Il bando approvato con Dgr n. 1276 intende, invece, sostenere i soggetti privati per la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo, già svolte o da svolgersi nell'anno 2012, del filone attuativo "La Liguria dei festival" e, infine, il bando approvato con Dgr n. 1277 è finalizzato al finanziamento di soggetti pubblici per la realizzazione e la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo, già svolte o da svolgersi nell'anno 2012, che coniughino l'alto profilo culturale con la promozione del territorio.

Ecco i tre bandi nello specifico:

Bando per la concessione di contributi a soggetti pubblici e privati per la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo, ai sensi della l.r. 34/2006

Il bando è finalizzato al sostegno di specifiche iniziative di spettacolo di interesse regionale già svolte o da svolgersi nel corso dell'anno 2012, su proposta di soggetti pubblici o privati che svolgono attività di produzione o promozione nei vari settori dello spettacolo.

Bando per il sostegno a soggetti privati per la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo, di pertinenza del filone attuativo "La Liguria dei festival", ai sensi della l.r. 34/2006

Il bando è finalizzato al sostegno di soggetti privati per la realizzazione e la promozione di iniziative, da svolgersi o che si sono svolte nel corso dell'anno 2012, di spettacolo dal vivo di pertinenza del filone attuativo "La Liguria dei festival", in particolare di festival interdisciplinari e di settore, con particolare rilievo regionale e nazionale.
I progetti relativi dovranno essere presentati per l'attuazione di iniziative di alto profilo che abbiano ricevuto una valutazione positiva da parte della Regione nel triennio precedente tale da consentire la concessione di contributi complessivi (diretti) di almeno euro 50.000,00.

Bando per il sostegno a soggetti pubblici per la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo, che coniughino l'alto profilo culturale con la promozione del territorio, organizzate da enti locali, ai sensi della l.r. 34/2006

Il bando è finalizzato al sostegno di soggetti pubblici per la realizzazione e la promozione di iniziative di spettacolo dal vivo che coniughino l'alto profilo culturale con la promozione del territorio, organizzate da Enti Locali, già svolte o da svolgersi nell'anno 2012.
I progetti relativi dovranno essere presentati per l'attuazione di iniziative di alto profilo che abbiano ricevuto una valutazione positiva da parte della Regione nel triennio 2008-2010 tale da consentire la concessione di contributi complessivi (diretti) di almeno euro 22.000,00.

Le domande dovranno pervenire al Protocollo Generale della Regione Liguria, indirizzate al Settore Sport, Tempo Libero, Programmi Culturali e Spettacolo - Regione Liguria - Via Fieschi 15, 16121 Genova, a partire da mercoledì 7 novembre, data in cui i testi delle tre DGR vengono pubblicate sul BURL, fino a martedì 27 novembre, entro e non oltre le ore 16.30.
Le modalità di invio sono le seguenti:

  • presentazione a mano, presso l'Ufficio del Protocollo Generale della Regione Liguria - Via Fieschi 15, 16121 Genova;
  • spedizione via posta raccomandata con ricevuta di ritorno. In tal caso non sarà considerata valida la data del timbro postale.